Padre Tiziano SOFIA sdb"DIO VUOLE ESSERE PREGATO MA POI AGISCE COME EGLI VUOLE "

16 ottobre 2016 | 29a Domenica T. Ordinario - Anno C | Omelia
DIO VUOLE ESSERE PREGATO 
MA POI AGISCE COME EGLI VUOLE 

La preghiera: uno dei temi più difficili da affrontare. Non ho alcuna pretesa di insegnare a pregare.
Chissà come pregava e cosa chiedeva Gesù (se pur la preghiera è solo un chiedere!) a suo Padre nelle lunghe notti "sul monte"!
Esodo 17,8ss. - Israele vince solo se Mosè continua a pregare
L'insegnamento: quando vuoi fare da solo, accantonando Dio, perdi! Mosè si stancava a pregare con le braccia al cielo. E Israele perdeva. Lo stratagemma di Aronne e Cur: fanno sedere Mosè sopra una pietra mentre loro due gli sostenevano le braccia. TUTTO IL GIORNO. E fu vittoria.

Israele è vero Israele a una condizione: che non si stacchi mai da Dio.

Qualsiasi uomo che creda di farcela da solo a vivere come Dio vuole, incomincia a vivere nel peccato, cioè non da uomo secondo la volontà di Dio. Ecco da dove viene l'affermazione di Gesù: "PREGATE CONTINUAMENTE SENZA MAI STANCARVI". Guai se il pesce si allontanasse dall'acqua o l'uccello si tuffasse nel mare per viverci dentro. Guai se una persona decidesse di vivere "a prescindere" da Dio, tagliando fuori della propria persona Dio!
Se lavori in fabbrica o in ufficio, è chiaro che non puoi stare in ginocchio a pregare. Ti licenziano. Don Bosco per un pelo non veniva dichiarato Santo, perchè "non aveva tempo di pregare". Meno male che il futuro Papa XI visitò da cardinale Don Bosco a Torino. Disse: "E quando Don Bosco non pregava?". Tutto quello che faceva, e lavorava troppo, era per far conoscere e amare Dio. E questo è preghiera! Egli conosceva bene la Scrittura e sapeva qual'era la volontà di Dio per i suoi giovani. Facendola, pregava.
Luca 18,1-8 - La parabola dei giudice menefreghista

Quel giudice non rispettava né Dio né gli uomini.

Ma se fece giustizia a una povera vedova, lo fece perchè gli dava ai nervi. Le fece giustizia per togliersela dai piedi!
E Dio? Un Dio che è solo AMORE MISERICORDIOSO sarà capace di fare giustizia a milioni di esseri umani maltrattati da altrettanti milioni? Sono suoi figli gli uni e gli altri: a tutti vuole fare giustizia "a suo tempo" (conosciuto solo a Lui quindi, senza imporgli troppa fretta, un già-già, ora), a suo modo, tanto da desiderare di "giustificare anche i secondi" portandoli nel suo ambito paterno. FIDATI CONTINUAMENTE DI DIO (= prega sempre!) e rimani sempre in questa fiducia: vedrai cosa e come farà Lui!
Basta un nostro "chissà", o un "mi ascolterà Dio?" o peggio "Mah, Dio si è dimenticato di me!", ed ecco che la preghiera si interrompe, per colpa della mia misera mancanza di fiducia.
E allora cerco di arrangiarmi da solo, perchè tanto Dio...
E se Dio aspettasse anche tanti anni, che cosa sono di fronte a un tempo senza limiti? Nessuno riesce a far sorgere il sole alla sera o a mezzanotte. Nessuno conosce ciò che è meglio per noi come Dio sa molto bene. Allora la nostra preghiera si converte da preghiera "che munge grazie immediatamente" a fiduciosa attesa degli eventi favorevoli (e tutto è favorevole per Dio, persino il peccato!). La preghiera deve portarci alla totale confidenza fiduciosa con Dio; ecco il cuore della preghiera.
II bambino, quando piange e singhiozza per la fame, lo fa per istinto. Ma c'è la mamma che sa molto bene quello che deve fare!

Ebbene, DIO SA MOLTO BENE COME E QUANDO INTERVENIRE.

Noi dobbiamo continuare a fare come il bambino affamato.
"Ohééé!", ho fame di Te, Signore! Dammi il tuo Spirito. E Dio ci dà il latte dello Spirito in abbondanza. Sarebbe buona cosa imparare dai bambini e imitarli!
Non chiediamogli tante "grazie", come fanno i pagani, dice Gesù! E quanti cattolici sono pagani!... Tanto da dar ai nervi a chiunque.
Maria e Gesù chiedono tante "preghierine"? Non credo. Chiedono sicuramente una cosa: TANTA FIDUCIA NEL PADRE, nel FIGLIO, nello SPIRITO, che già stanno operando in tutti.
Nessuno fa una gravissima operazione chirurgica e salta in piedi in un secondo. Dio non è un mago, ma un Padre: interviene per noi in sala operatoria e nella riabilitazione costantemente rispettando i tempi necessari. Siamo noi che vogliamo che si sbrighi e faccia in un secondo quello che pretendiamo da Lui.
NESSUNA PRETESA CON DIO! Ascolta quello che vuole fare per te, Bibbia in mano, Parola ascoltata, ruminata, digerita, e poi vedrai i risultati.
2Tim 3 - Paolo è vicino alla morte e si rivolge a Timoteo
"Caro figlio mio, ascoltami: segui la Scrittura, che è la tua guida, dicendo sempre di sì al Signore! Chiedigli di seguirla fedelmente! Arriverai ad es-sere un "uomo eccellente", cioè gradito a Dio! E insegna a fare lo stesso a tutti, persino ai ribelli! Vedrai i risultati straordinari di Dio!".
IL NOSTRO AIUTO VIENE DAL SIGNORE: rimani sempre a braccia aperte per riceverlo, e questa è PREGHIERA!

Padre Tiziano SOFIA sdb
Fonte:http://www.donbosco-torino.it/