PADRE TIZIANO SOFIA"BENEDETTO SPIRITO SANTO"

21 maggio 2017 | 6a Domenica di Pasqua - A | Omelia
6a Domenica di Pasqua - A / Gv 14,15-21: Non vi lascerò orfani, verrò da voi
BENEDETTO SPIRITO SANTO
Quando arriva qualcosa di veramente necessaria e non solo utile, diciamo: BENEDETTA ACQUA! BENEDETTO RACCOLTO! Benedetta pace! Benedetta notizia.

BENEDETTA NOTIZIA: Pietro e Giovanni in Samaria

- E' nota la Samaria come regione di mezzo pagani e mezzo ebrei. Eppure parecchi , grazie al diacono
Filippo, ricevono il battesimo. Ma mancava loro qualcosa di importante, anzi di necessario.
- Gli Apostoli decidono di mandare lì Pietro e Giovanni. Un gesto biblico di profonda importanza: LA BENEDIZIONE, la consegna della EREDITA' ai figli: attraverso I'imposizione delle mani sul capo. "E quelli ricevono lo Spirito Santo" dice Luca.
Ma che Dio è questo Spirito Santo? Chi l'ha mai visto? Se ne parla tanto dalla Bibbia e nella teologia, ma alla fine rimaniamo un po' delusi. Cosa che succederà alla fine di queste righe.
Le cose, dopo I'ascensione di Gesù, non sono migliorate.
C'era un particolare notevole: la presenza di Gesù prima era accessibile a pochi, alla gente della Terra Santa diremmo oggi. Dopo, tutto volatilizzato? Sì, proprio così, ma con una novità assoluta: la presenza efficace di Gesù sarebbe stata per sempre ovunque sulla terra, dentro tutta intera l'umanità della storia. Una umanità saccheggiata da uno "spirito diabolico", capace di fare strage dell'umanità. Proprio ad esso ecco I'apparire di uno SPIRITO CELESTE, DIVINO, SANTO. Con poteri impensabili, capace di penetrare mente, cuore, e persino le giunture del corpo direbbe Paolo. E non solo di qualche privilegiato, ma di tutti i nati da donna.
La storia continuerà, come sempre, con conflitti, persecuzioni, sofferenze. Ma da quel giorno dentro di essa ci sarà una ENERGIA SANTA, la stessa che permette a un Dio di essere Padre e a un altro Dio di essere Figlio. La stessa che permetterà a chi accetta di essere inglobato nel Figlio, di vivere divinamente, grazie allo Spirito.
Con questo non so proprio dipingere lo Spirito. Una colomba? Una bella immagine: c'è un animale più caro e mensueto, amato da tutti? Oppure un fuoco in pieno rigore glaciale, che, nel buio polare, dà luce e calore. E' un fuoco che proviene da una legna che viene dal Cielo. ECCO, senza quel BENEDETTO SPIRITO Dio Padre e Dio Figlio farebbero parte della corte pagana dell'Olimpo della Grecia o del Pantheon di Roma, o delle multinazionali di oggi.
Le cose non stanno così. La presenza di Gesù circoscritta alla Palestina ora è garantita su tutta la storia dell'umanità. Quindi nessuno gli può sfuggire. Nessuno viene escluso dall'AMORE. Sì, l'AMORE, perchè lo Spirito è AMORE. Amore che ricupera tutti in BUONA SALUTE.
Ecco allora che il CRISTIANESIMO è solo questione di AMORE, di Spirito, detto Santo, perche è "assoluto".

Ascoltiamo ora Pietro

Non è che abbia trovato un terreno fertile, aperto allo Spirito, soprattutto nella paganissina Roma. Ma proprio lì si è messo nella bocca del leone, che lo metterà in croce come il Maestro, ma a testa in giù. Lo Spirito cozza contro una cultura piena di logica del potere, della violenza, del denaro, insomma del paganesimo senza amore.
Pietro porta nella bisaccia e nel cuore lo SPIRITO, ereditato da Gesù: ecco la benedizione! Non prende più la spada in mano come fece con Malco nell'orto degli ulivi. Va con mitezza, rispetto e retta coscienza, su ordine di Gesù. Porta solo una grande SPERANZA: non più un impero dittatoriale dei Romani, ma un Regno della giustizia, della pace, dell'AMORE, dello SPIRITO, dal sapore del miele.

CHI VINCERA'?

Pur soffrendo persecuzioni famose, ma quelle di oggi lo sono ancora di più, ecco il risultato: cade il nemico, l'impero romano, e sorge la Chiesa, popolo di Dio, popolo dello Spirito, non del potere. Ma anche nella Chiesa avremo sempre dei Giuda! Eppure senza Giuda Gesù non sarebbe morto in croce per tradimento di Giuda e dei Giudei.
E senza morte vera, non c'è risurrezione vera: quindi vittoria!
"Se questa è la volontà di Dio, è meglio soffrire operando il bene che facendo il male, perchè anche Cristo è morto una volta per sempre per i peccati del mondo, giusto per gli ingiusti, MA RESO VIVO - RISORTO - nello Spirito, dallo Spirito".

LA PROVOCAZIONE DEI CRISTIANI: il Vangelo di oggi

- Un distintivo unico che si nota nei cristiani: SI AMANO! Osservano tutti i Comandamenti di Dio.
- Hanno con loro UN INVIATO SPECIALE CON PIENI POTERI: lo SPIRITO. Non sarà mai assente, neppure un secondo di storia. Promessa di Gesù!
"Uno Spirito che "rimane presso di voi, sarà in voi!".
La Chiesa non ha proprio bisogno di globali organizzazioni multi-nazionali. Le basta lo Spirito che opera tutto in tutti.
Gesù si identifica con questo Spirito: verrò da voi per vivere in voi! E Lui e noi NEL PADRE. Noi, gli AMATI DAL PADRE con Spirito Paterno.
Non so dire altro. E' bello respirare lo SPIRITO SANTO. Ecco tutto.
Padre Tiziano SOFIA SDB
Fonte:http://www.donbosco-torino.it

Post più popolari