Movimento Apostolico"Udirete, sì, ma non comprenderete"

 Udirete, sì, ma non comprenderete
Movimento Apostolico - rito romano  
XV Domenica del Tempo Ordinario (Anno A) (16/07/2017)
  Visualizza Mt 13,1-23
L'intelligenza dell'uomo è lo Spirito Santo, così come la sapienza, la conoscenza. Già un solo peccato
veniale indebolisce lo Spirito di Dio e lo rende non perfettamente capace di poter agire in noi e per noi. Il peccato mortale lo toglie dall'anima e dal cuore. La perseveranza nel vizio, nel peccato, nell'immoralità rende pietra e sasso anche la nostra umana intelligenza e razionalità. Divenuti di ferro l'anima e la mente di bronzo, non vi è più alcuna possibilità di entrare in contatto con il Signore. Lui può anche parlare, inviare i suoi profeti. Ma ormai la natura nostra si è talmente trasformata a causa del male, da divenire insensibile alla voce di Dio che parla con premura e sempre. Quanto Isaia visse ai suoi tempi con il popolo del Signore, anche oggi Gesù lo vive. Lui parla a molti cuori, ma questi mai potranno comprendere le sue parole. Il peccato li ha trasformati in ferro, bronzo, pietra. L'acqua scivola, ma non penetra. Tutti siamo chiamati a mettere ogni cura perché non si giunga alla pietrificazione del nostro cuore o della nostra mente. Non vi è più ritorno indietro. Siamo abbandonati a noi stessi. È la fine. Non c'è più salvezza né redenzione. Il seminatore semina, ma il terreno è strada, sassi, spine. Non c'è fruttificazione della Parola.
Ogni uomo di Dio deve impegnarsi a camminare di fede in fede e di verità in verità, preso per mano, condotto e guidato dallo Spirito Santo, il solo che conosce i pensieri di Dio ed anche il solo che può comunicarceli attimo per attimo e circostanza per circostanza. Se non si avanza, si retrocede e si può anche giungere al punto del non ritorno, che avviene quando si commette il peccato contro lo Spirito Santo. Ma oggi di tutti questi disastri spirituali si tace. Ad ognuno viene data licenza di peccare. Si crede che un po' di grazia sparsa sul peccato, possa dare vita all'uomo. Con il peccato si è già nella morte. La grazia mai potrà abitare là dove vi è il peccato. Mai.
Vergine Maria, Madre della Redenzione, Angeli, Santi, fateci camminare nello Spirito.

Post popolari in questo blog

fr. Massimo Rossi Commento su Matteo 25,31-46 - "Cristo Re"