Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2015

padre Ermes Ronchi"La bellezza di aprirsi a Dio e agli altri"

Immagine
XXIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) Vangelo: Mc 7,31-37 
Portarono a Gesù un sordo­muto. Un uomo imprigio­nato nel silenzio, che non può comunicare, chiuso. Eppure privilegiato: non ha nessun meri­to per ciò che gli sta per accadere,
ma ha degli amici, una piccola co­munità di gente

JUAN J. BARTOLOME sdb LECTIO DIVINA"Gli si aprirono gli orecchi, gli si sciolse la lingua"

Immagine
6 settembre 2015 | 23a Domenica - Tempo Ordinario B | Lectio Divina
LECTIO DIVINA: Mc 7,31-37
In terra straniera Gesù realizza uno dei segni "annunciati" dal profeta Isaia. La guarigione è narrata con dettagli che potrebbero essere ripetuti nei riti dell'iniziazione cristiana: chi vuole essere discepolo sente il bisogno di essere toccato da Gesù, di essere oggetto della Sua preghiera e il ricevitore dei suoi ordini, aperto ad ascoltarlo. Fare udire i sordi e far parlare i muti è opera di Dio, per chi aspetta la salvezza: non importa che siamo ancora molto

Don Angelo Sceppacerca"Il miracolo del sordomuto, "

Immagine
Domenica 6 settembre   versione testuale
Is 35,4-7; Gc 2,1-5; Mc 7,31-37
Andare da Gesù. C’è chi ci va da solo e chi ci viene portato per mano, come il sordomuto; lui, anzi, non ha nemmeno orecchi per ascoltare e bocca per parlare; sono gli altri a supplicare di guarirlo. Gesù lo allontana dalla folla, in disparte; gli mette le dita negli orecchi e gli tocca

Padre Paolo Berti ‹Effatà›, cioè: ‹Apriti!›”

Immagine
Omelia XXIII Domenica del tempo ordinario
Lo smarrito di cuore è quello che ha visto travolte le sue sicurezze, le sue previsioni dissolte, e non sa cosa fare. Egli vede tutto ormai "fuori controllo". Pensa che Dio lo abbia abbandonato e lasciato in balia degli eventi, senza più curarsi di lui. Ma Dio è fedele e interviene a dare coraggio allo sfiduciato, allo stanco. Egli ha tutto sotto controllo; la storia non

Pane Quotidiano«Io so chi tu sei: il santo di Dio! »

Immagine
VANGELO (Lc 4,31-37) COMMENTO:Rev. D. Joan BLADÉ i Piñol (Barcelona, Spagna)
In quel tempo, Gesù scese a Cafàrnao, città della Galilea, e in giorno di sabato insegnava alla gente. Erano stupiti del suo insegnamento perché la sua parola aveva autorità.
Nella sinagoga c’era un uomo che era posseduto da un demonio impuro; cominciò a gridare forte: «Basta! Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi tu sei: il santo di Dio!».

Dal libro della «Imitazione di Cristo"La verità del Signore rimane in eterno"

Immagine
(Lib. 3, 14)
    Tu tuoni sopra di me i tuoi giudizi, o Signore, e di timore e tremore scuoti tutte le mie ossa. L'anima mia è molto sbigottita.
    Rimango attonito e considero che i cieli non sono puri ai tuoi occhi. Se hai trovato difetti negli angeli (cfr. Gb 15, 15; 4, 18) e non li hai risparmiati, che cosa avverrà di me? Caddero le

mons. Vincenzo Paglia "Fa udire i sordi e fa parlare i muti"

Immagine
XXIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B)
Vangelo: Mc 7,31-37 
Introduzione
Un sordomuto. Assomiglia molto a noi, quando siamo nel peccato.
Possiamo avere accanto Dio, che ci sussurra le parole più dolci e imperiose. Non lo sentiamo. Possiamo aver vicino le persone più acute e più

don Luigi Trapelli" Effatà, apriti."

Immagine
XXIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B)  Vangelo: Mc 7,31-37 Il brano del Vangelo di questa domenica ci presenta un episodio di guarigione di un sordomuto. Il territorio dove avviene il miracolo non è ben definito, ma è sicuramente un luogo abitato da pagani. E' importante cogliere ogni singola sfumatura di questo testo, dalla comprensione non immediata.

Carla Sprinzeles "Se uno ha orecchi per intendere intenda"

Immagine
 Commento su Is 35,4-7a; Mc 7,31-37
XXIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (06/09/2015)
Vangelo: Mc 4,35-41
Siamo a settembre, la liturgia oggi ci propone un testo di Isaia e un brano del Vangelo di Marco paralleli, vediamo cosa ci vuole dire.
ISAIA 35, 4-7
Il testo di Isaia è un testo messianico, cosa vuol dire?

padre Antonio Rungi"Coraggio, equità ed ascolto"

Immagine
XXIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (06/09/2015)
Vangelo: Mc 7,31-37 
La riflessione sulla parola di Dio di questa XXIII domenica del tempo ordinario si può concentrare su tre parole chiave: coraggio nella prova, equità di trattamento tra le persone e ascolto della parola di Dio che salva.
Partendo dalla prima lettura di oggi, il profeta

ORDINE DEI CARMELITANI Lectio"Guarigione del sordomuto. "

Immagine
Lectio:  Domenica, 6 Settembre, 2015
Guarigione del sordomuto. 
Gesù ridona al popolo il dono della parola.
Marco 7,31-37
1. Orazione iniziale
Signore Gesù, invia il tuo Spirito, perché ci aiuti a leggere la Scrittura con lo stesso sguardo, con il quale l’ hai letta Tu per i discepoli sulla strada di Emmaus. Con la luce della Parola, scritta nella Bibbia, Tu li aiutasti a scoprire la presenza di Dio negli avvenimenti sconvolgenti della tua condanna e della tua morte. Così, la croce che sembrava

don Marco Pedron"Apriti"

Immagine
XXIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B)
Vangelo: Mc 7,31-37 
Dopo il vangelo di domenica scorsa, Gesù fugge, si nasconde in territorio pagano (Mc 7,24). Gesù finora aveva predicato agli ebrei, in Galilea. Adesso scappa: dopo lo scontro con i farisei e gli scribi sulla questione del puro e dell'impuro, delle abluzioni e del lavarsi le mani (Mc 7,1-23),

Padre Tiziano SOFIA sdb"Ricchi e / o poveri?"

Immagine
6 settembre 2015 | 23a Domenica - Anno B  | Omelia
Ricchi e / o poveri?
Una situazione imbarazzante proposta oggi da S. Giacomo: contro tutti i favoritismi sociali propone un caso concreto.

padre Gian Franco Scarpitta" Ascoltare o rovinarci?"

Immagine
XXIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (06/09/2015)
Vangelo: Mc 7,31-37 
Ascoltare o non ascoltare la Parola di Dio? Questo è il problema. Il paradosso intende sottolineare che dalla buona disposizione e dalla sensibilità all'ascolto dipende la salvezza o la disfatta dell'uomo. Questi rovina se stesso quando mostra distanza e refrattarietà al divino

Pane Quotidiano«Oggi si è adempiuta questa Scrittura che voi avete udita con i vostri orecchi»

Immagine
 La Liturgia di Lunedi 31 Agosto 2015 VANGELO (Lc 4,16-30) COMMENTO:Rev. D. David AMADO i Fernández 
(Barcelona, Spagna)
In quel tempo, Gesù venne a Nàzaret, dove era cresciuto, e secondo il suo solito, di sabato, entrò nella sinagoga e si alzò a leggere. Gli fu dato il rotolo del profeta Isaìa; aprì il rotolo e trovò il passo dove era scritto:
«Lo Spirito del Signore è sopra di me;
per questo mi ha consacrato con l’unzione

Dal libro della «Imitazione di Cristo"Dio parlò ai profeti e parla a tutti"

Immagine
(Lib. 3, 3)
    Il Signore dice: Ascolta, figlio, le mie parole, parole soavissime che oltrepassano ogni scienza di filosofi e di sapienti del mondo. Le mie parole sono spirito e vita (cfr. Gv 6, 63), né sono da pesare con la bilancia del senso umano, né da giudicare in base al gradimento degli uomini, ma da ascoltare piuttosto in silenzio, e da accogliere con tutta umiltà e affetto grande.
    Rispondo: «Beato l'uomo che tu istruisci, Signore, e che ammaestri nella tua legge, per dargli riposo nei giorni di sventura e non lasciarlo nella desolazione sulla terra» (Sal 93, 12-13).

CIPRIANI SETTIMO SDB"Dal di dentro, cioè dal cuore degli uomini", esce il male"

Immagine
30 agosto 2015 | 22a Domenica - Tempo Ordinario B | Appunti per Lectio
Dopo la lunga interruzione della trama narrativa di Marco, sostituito, per quanto riguarda il racconto della moltiplicazione dei pani, dal testo molto più ricco di Giovanni (6,1-69) che ci ha tenuti impegnati per ben cinque Domeniche, oggi ritorniamo al secondo evangelista e ci imbattiamo in un brano molto vivace e ricco di significato (7,1-8a.14-15.21-23). Peccato, però, che per renderlo più unitario, e forse anche più comprensibile, si siano

don Maurizio Prandi"Qualcuno ci dice chi siamo

Immagine
XXII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (30/08/2015)
Vangelo: Mc 7,1-8.14-15.21-23 
Dopo cinque settimane durante le quali abbiamo ascoltato il capitolo sesto del vangelo di Giovanni, riprendiamo in mano, con questa domenica, il vangelo di Marco. Ci accompagnerà fino a novembre, cioè fino al termine di questo anno liturgico.
Prima lettura, che ci parla di una relazione fondata sull'ascolto, salmo, che invita a farsi vicini a coloro che possono aiutarci ad avere un rapporto sincero con Dio,

don Marco Pedron"Puro e impuro"

Immagine
XXII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (30/08/2015)
Vangelo: Mc 7,1-8.14-15.21-23 
1 Si riunirono attorno a lui i farisei e alcuni degli scribi, venuti da Gerusalemme.
I FARISEI=lett. "separato". I farisei si separavano dalla gente per raggiungere Dio con

Monsignor Francesco Follo Lectio divina "Un cibo per il cuore"

Immagine
Lectio divina per la XXII domenica del Tempo Ordinario (Anno B) -- 30 agosto 2015
Di Monsignor Francesco Follo
Parigi, 30 Agosto 2015 (ZENIT.org)
Come di consueto l’autore offre anche una lettura patristica.
LECTIO DIVINA
1) Religione pura.
Dopo averci proposto -suddiviso in cinque domeniche- il capitolo sesto di Giovanni, la liturgia riprende la lettura di San Marco, il cui Vangelo ci accompagna nelle Domeniche del Tempo Ordinario di questo Anno B. Nel brano

MOMENTI FRANCESCANI Domenica 30 agosto 2015, XXIIª Tempo Ordinario

Immagine
Dal Vangelo
Marco 7,1-8.14-15.21-23
In quel tempo, si riunirono attorno a Gesù i farisei e alcuni degli scribi, venuti da Gerusalemme. Avendo visto che alcuni dei suoi discepoli prendevano cibo con mani impure, cioè non lavate – i farisei infatti e tutti i Giudei non mangiano se non si sono lavati accuratamente le mani, attenendosi alla tradizione degli antichi e, tornando dal mercato, non mangiano senza aver fatto le abluzioni, e osservano molte altre cose per tradizione, come lavature di bicchieri, di

MACHETTA Domenico SDB"DAL DI DENTRO"

Immagine
30 agosto 2015 | 22a Domenica Tempo Ordinario B | Appunti per la Lectio
Ritorna Marco in questa domenica ventiduesima. Domenica scorsa abbiamo terminato il capitolo sesto di Giovanni e ora riprendiamo l'evangelista dell'anno B al capitolo settimo, in cui troviamo Gesù che si scontra con gli scribi e i farisei sul tema delle tradizioni inventate dagli uomini che si credono vicini a Dio, tradizioni che sono maschere per coprire la falsità del cuore. Le tradizioni funzionano nella misura in cui aiutano a vivere nel quotidiano un rapporto autentico

Umberto DE VANNA sdb"CUORE"

Immagine
30 agosto 2015 | 22a Domenica - Tempo Ordinario B | Omelia
22a Domenica - Tempo Ordinario 2015
Per cominciare
Da questa domenica ritorniamo alla lettura continua del vangelo di Marco, che ci presenta una pagina polemica di Gesù, che contesta il legalismo e il fariseismo di coloro che praticano le leggi solo esteriormente, senza metterci il

PADRE BALDO ALAGNA"CHIAMATI ALLA PUREZZA !"

Immagine
Commento alla Liturgia della Parola 
– Gesù disse un giorno di sé: Non sono venuto per abolire ma per dare compimento alla legge (Mt. 5, 17). L’osservanza dei comandamenti resta la condizione per entrare nella terra promessa: Se vuoi entrare nella vita, osserva i comandamenti (Mt. 19, 17); fare la volontà del Padre, mettere in pratica i suoi comandamenti, è uno dei temi continui del Vangelo. San Giacomo ce lo ha ricordato nella seconda lettura: Siate di

SORELLE MINORI FRANCESCANE "Il Signore ha avuto misericordia di noi"

Immagine
Commento VANGELO (Mc 7,1-8.14-15.21-23)
XXII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)
Gesù viveva le situazioni di frontiera della vita, incontrava le persone là dov’erano e attraversava con loro i territori della malattia e della

Pane Quotidiano«Trascurando il comandamento di Dio, voi osservate la tradizione degli uomini»

Immagine
 La Liturgia di Domenica 30 Agosto 2015  VANGELO (Mc 7,1-8.14-15.21-23) COMMENTO:Rev. D. Josep Lluís SOCÍAS i Bruguera 
(Badalona, Barcelona, Spagna)
In quel tempo, si riunirono attorno a Gesù i farisei e alcuni degli scribi, venuti da Gerusalemme.
Avendo visto che alcuni dei suoi discepoli

Dai «Discorsi» di sant'Agostino"Il Signore ha avuto misericordia di noi"

Immagine
(Disc. 23 A, 1-4; CCL 41, 321-323)
    Siamo veramente beati se, quello che ascoltiamo, o cantiamo, lo mettiamo anche in pratica. Infatti il nostro ascoltare rappresenta la semina, mentre nell'opera abbiamo il frutto del seme. Premesso ciò, vorrei esortarvi a non andare in chiesa e poi restare senza frutto, ascoltare cioè tante belle verità, senza poi muovervi ad agire.
    Tuttavia non dimentichiamo quanto ci dice l'Apostolo: «Per questa grazia siete salvi mediante la fede; e ciò non viene da voi, ma è dono di Dio, né viene dalle opere,

Matias Augé"Chi teme il Signore abiterà nella sua tenda"

Immagine
29 agosto 2015
DOMENICA XXII DEL TEMPO ORDINARIO ( B )
Dt 4,1-2.6-8; Sal 14 (15); Gc 1,17-18.21b-22.27; Mc 7,1-8.14-15.21-23
Gli antichi rabbini vedevano nel breve Sal 14 un compendio dell’intera legge data da Dio al popolo mentre saliva dal deserto verso la terra

Abbazia Santa Maria di Pulsano Letture patristiche1 DOMENICA «DEI FARISEI E DELLA TRADIZIONE»

Immagine
XXII del Tempo per l’Anno B
Mc 7,1-8a.14-15.21.23; Dt 4,1-2.6-8; Sal 14; Gc1,17-18.21b-22.27
1. L`esteriorità inquina l`uomo
E si radunarono presso di lui i farisei e alcuni scribi venuti da Gerusalemme. I quali avendo visto alcuni dei discepoli di lui che mangiavano il pane con mani impure, cioè non lavate, li rimproverarono (Mc 7,1-2).
Quanto è giusta quella lode che rivolge al Padre il Signore dicendo: "Hai nascosto queste cose ai sapienti e ai saggi e le hai rivelate ai piccoli!" (Mt 11,25). Gli uomini

Abbazia Santa Maria di Pulsano LECTIO DIVINA «DEI FARISEI E DELLA TRADIZIONE»

Immagine
DOMENICA «DEI FARISEI E DELLA TRADIZIONE»
XXII del Tempo per l’Anno B
Mc 7,1-8a.14-15.21.23 (leggi 7,1-23); Dt 4,1-2.6-8; Sal 14; Gc 1,17-18.21b-22.27
Antifona d’Ingresso Sal 85,3.5
Abbi pietà di me, Signore,
perché ti invoco tutto il giorno:
tu sei buono e pronto al perdono,
sei pieno di misericordia con chi ti invoca.
L’antifona d’ingresso (Sal 85,3.5, SI) una supplica epicletica che l’Orante innalza al Signore chiedendo la sua

PICCOLO GREGGE DELL'IMMACOLATA LECTIO D."Chi teme il signore abiterà nella sua tenda"

Immagine
XXII Domenica del Tempo Ordinario – Anno B
Chi teme il signore abiterà nella sua tenda
PRIMA LETTURA (Dt 4,1-2.6-8)
Non aggiungerete nulla a ciò che io vi comando … osserverete i comandi del Signore.
Dal libro del Deuteronòmio
Mosè parlò al popolo dicendo: «Ora, Israele, ascolta le leggi e le norme che io vi insegno, affinché le mettiate in pratica, perché viviate ed entriate in possesso della terra che il Signore, Dio dei vostri padri, sta per darvi.

Don Antonello Iapicca "Tutto è bagnato dalla misericordia"

Immagine
Commento al Vangelo della XX Domenica del Tempo Ordinario, anno B -- 30 agosto 2015
Takamatsu, 28 Agosto 2015 (ZENIT.org)
«Invano essi mi rendono culto»: una parola durissima per chi, come alcuni farisei, aveva innalzato una barriera intorno alla Legge per impedire che fosse violata per inavvertenza. 613 comandamenti, infatti, avevano la funzione di attualizzare la legge per la vita concreta.
Solo l'obbedienza scrupolosa alla Legge e la

don Giovanni Berti"Una fede vera contro le false paure"

Immagine
don Giovanni Berti
XXII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (30/08/2015)
Vangelo: Mc 7,1-8.14-15.21-23 
Ancora una volta la propaganda dell'Isis ha voluto colpire l'opinione pubblica mondiale con un atto di propaganda distruttiva, demolendo con

Don Paolo Zamengo SDB"Salviamo la faccia? "

Immagine
Salviamo la faccia?        Mc 7,1-8. 14-15. 21-23
XXII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (30/08/2015) FRAMMENTO
“Perché i tuoi discepoli non si comportano secondo la tradizione degli antichi?” Sembra una domanda banale ma banale non è, perché

Pane Quotidiano"Voglio che tu mi dia adesso, su un vassoio, la testa di Giovanni il Battista. "

Immagine
La Liturgia di Sabato 29 Agosto 2015 VANGELO (Mc 6,17-29) COMMENTO:Fray Josep Mª MASSANA i Mola OFM 
(Barcelona, Spagna)
In quel tempo, Erode aveva mandato ad arrestare Giovanni e lo aveva messo in prigione a causa di Erodìade, moglie di suo fratello Filippo, perché l’aveva sposata. Giovanni infatti diceva a Erode: «Non ti è lecito tenere con te la moglie di tuo fratello». Per questo Erodìade lo odiava e voleva farlo uccidere, ma non poteva, perché Erode temeva Giovanni, sapendolo uomo

Dalle «Omelie» di san Beda, il Venerabile"Precursore della nascita e della morte di Cristo"

Immagine
(Om. 23; CCL 122, 354. 356. 357)
    Il beato precursore della nascita del Signore, della sua predicazione e della sua morte, dimostrò una forza degna degli sguardi celesti nel suo combattimento. Anche se agli occhi degli uomini ebbe a subire tormenti, la sua speranza è piena di immortalità, come dice la Scrittura (cfr. Sap 3, 4). È ben giusto che noi ricordiamo con solenne celebrazione il suo giorno natalizio. Egli lo rese memorabile con la sua

Tommaso Stenico«L'antropologia del cuore puro»

Immagine
Omelia nella 22 domenica  
«L'antropologia del cuore puro»
Con questa domenica, XXII del tempo ordinario, la liturgia della Parola torna a riproporre la lettura del vangelo di Marco. Era stato sospeso per cedere il posto al sesto capitolo di Giovanni sul Pane di vita che si è concluso con la confessione di Pietro: “Signore da chi andremo? Tu solo hai parole di vita”. E la parola di vita

mons. Gianfranco Poma"Ascoltatemi tutti e comprendete bene"

Immagine
XXII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (30/08/2015)
Vangelo: Mc 7,1-8.14-15.21-23 
Con la domenica XXII del tempo ordinario riprendiamo la lettura del Vangelo di Marco. Con la lunga sosta sul cap.6 del Vangelo di Giovanni, la Liturgia ci ha condotti a rinnovare la nostra esperienza della fede, a percepire il nostro desiderio di infinito, saziato soltanto dall'appassionato desiderio di Dio di donarsi a noi: Gesù è il dono di Dio per noi, che realizza la sua volontà di

don Marco Pozza "Troppi cartelli stradali. Cristo s'infuria e apre una scuola guida"

Immagine
XXII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (30/08/2015)
Vangelo: Mc 7,1-8.14-15.21-23 
Ascoltarlo è una festa. Dalle strade polverose di Naim a quelle trafficate di Gerusalemme, dai tuguri dei poveri d'Israele alla reggia sontuosa della casa di Simone. Su sentieri di polvere,

D. Severino GALLO sdb"CONTAMINAZIONE E SANTITA': RETTA INTENZIONE"

Immagine
30 agosto 2015 | 22a Domenica - Tempo Ordinario B | Omelia
Vangelo: - "Sono le cose che escono dall'uomo a contaminarlo" (Mc 7,1-8.14-15)
Il tema delle Letture odierne è la tradizione, intesa come luogo o tempo in cui si manifesta la parola divina, cioè la rivelazione.
La prima Lettura ricorda agli Ebrei la necessità e

CHARLES DE FOUCAULD"Grazie, mio Dio, di tutti gli insegnamenti che ci doni qui!.."

Immagine
CHARLES DE FOUCAULD: COMMENTI AL VANGELO DI MARCO
XXII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO
MEDITAZIONE NUM. 206
MC 7,1-8.14-15.21-23
Grazie, mio Dio, di tutti gli insegnamenti che ci doni qui!.. E grazie di donarci questi
insegnamenti malgrado le persecuzioni dei farisei che s’indignano di sentirTi parlare così…
Come sei buono di farci tanto del bene, di darci così generosamente tutti i mezzi di salvezza

Mons. Nunzio Galantino"ONORARE DIO COL CUORE, PER ESSERE SUOI TESTIMONI"

Immagine
ONORARE DIO COL CUORE, PER ESSERE SUOI TESTIMONI
XXII Domenica del Tempo Ordinario, 30 agosto 2015
  Mons. Nunzio Galantino
Conclusa la parentesi giovannea, che ci ha presentato Gesù come “pane di vita”, in questa domenica riprendiamo la lettura del Vangelo di Marco.
Nel brano odierno, Gesù trae spunto dal contesto

don Alberto Brignoli " Contrabbandieri di Dio"

Immagine
XXII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (30/08/2015)
Vangelo: Mc 7,1-8.14-15.21-23 
Il contrabbando è una piaga sociale ed economica spaventosa. Oltre che avere un indicibile risvolto di immoralità, mette in ginocchio pure l'economia e la struttura sociale di un paese. Basandosi sulla vendita a buon prezzo di merce e servizi scadenti o falsi, muove

Pane Quotidiano«In verità io vi dico: non vi conosco»

Immagine
La Liturgia di Venerdi 28 Agosto 2015  VANGELO (Mt 25,1-13) COMMENTO:Rev. D. Joan Ant. MATEO i García 
(La Fuliola, Lleida, Spagna)
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola:

Dalle «Confessioni» di sant'Agostino,"Eterna verità e vera carità e cara eternità!"

Immagine
(Lib. 7, 10, 18; 10, 27; CSEL 33, 157-163. 255)
    Stimolato a rientrare in me stesso, sotto la tua guida, entrai nell'intimità del mio cuore, e lo potei fare perché tu ti sei fatto mio aiuto (cfr. Sal 29, 11). Entrai e vidi con l'occhio dell'anima mia, qualunque esso potesse essere, una luce inalterabile sopra il mio stesso sguardo interiore e sopra la mia intelligenza. Non era una luce terrena e visibile che splende dinanzi allo sguardo di ogni uomo. Direi anzi ancora poco se dicessi che era solo una luce più forte di quella comune, o anche tanto intensa da

PADRE ENZO BIANCHI"Che cosa è impuro? "

Immagine
XXII domenica del tempo Ordinario, anno B, 30 agosto 2015 Mc 7,1-8.14-15.21-23
Commento al Vangelo di ENZO BIANCHI
MONASTERO DI BOSE
1 Si riunirono attorno a lui i farisei e alcuni degli scribi, venuti da Gerusalemme. 2Avendo visto

don Luciano Cantini "Il luogo del cuore"

Immagine
don Luciano Cantini  
XXII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (30/08/2015)
Vangelo: Mc 7,1-8.14-15.21-23 
Ssecondo la tradizione degli antichi
Quando dividiamo l'atteggiamento degli uomini tra tradizione e progresso combiniamo un gran guaio perché non possiamo parlare dell'una senza l'altra. È la tradizione che fa progredire e il progresso si fonda sulla tradizione, i problemi nascono

PARROCCHIA SANTA MARIA DEGLI ANGELI"Cosa dobbiamo fare?"

Immagine
omelia domenica 3o agosto 2015
XXII DOMENICA DEL T.O. ANNO B 2015 
Il Card. Martini scrisse un libro che riprendeva le Beatitudini del Vangelo di Matteo dal titolo:"Cosa dobbiamo fare?" Il Cardinale così spiegava:" Occorre ritrovare il silenzio, l'ascolto dell'altro, una dimensione contemplativa della vita per acquistare lucidità e chiarezza, per

p. Fabrizio Cristarella Orestano"CUORI VIGILANTI E INQUIETI"

Immagine
XXII Domenica del Tempo Ordinario (B) – Al di là della Legge
  27 agosto 2015 | Anno 2014/15, Mc cap. 07, Omelie Anno B, Vangelo di Marco
Dt 4, 1-2.6-8; Sal 14; Gc 1, 17-18. 21b-22.27; Mc 7, 1-8.14-15.21-23 MONASTERO DI RUVIANO
Questa domenica riprendiamo il nostro cammino in

Chiesa del Gesù - Roma "Il cuore è il centro della persona"

Immagine
Chiesa del Gesù - Roma  DOMENICA XXII anno B
Dt 4, 1-2. 6-8. Sal. 14, 2-3a. 3cd-4ab. 5. Gc 1, 17-18. 21b-22. 27. Mc 7, 1-8. 14-15. 21-23.
I farisei protestano con Gesù per l’inosservanza di alcune norme da parte dei suoi discepoli. In particolare si tratta della abluzioni di precetto prima di prendere i pasti. Essi, polemicamente, chiedono: «Perché i tuoi discepoli non si comportano secondo la tradizione degli antichi, ma prendono cibo con mani immonde?».
L’esempio citato da Marco riguarda le norme rituali di igiene e la loro importanza pratica è evidente.