Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2014

D. Mario MORRA SDB Festa di Tutti i Santi

Immagine
 1 Novembre 2014| 30a / Tutti i Santi A - T. Ordinario | Omelia di approfondimento
Festa di Tutti i Santi - A | Tempo Ordinario
Rallegriamoci nel Signore, nella solennità di tutti i Santi: con noi gioiscono gli Angeli
e lodano in coro il Figlio di Dio.
Con questo invito alla gioia si apre la Liturgia di questa Solennità nella quale la Chiesa ci chiama ad onorare i Santi, proprio tutti:
* quelli del cielo, coloro cioè che hanno già raggiunto la meta, il paradiso, e vedono Dio così come Egli è (come ci ricorda S. Giovanni nella 2a lettura), e sono una

DANIEL ANGE MEDITAZIONE TUTTI I SANTI

Immagine
Oggi la Chiesa riunisce in una stessa festa tutti i suoi figli giunti al Regno, assolutamente tutti.
Non vuole tralasciarne nemmeno uno. Ma quando beatifica, ne beatifica solo qualcuno, in questa
moltitudine che nessuno può contare. A titolo di delegati, rappresentativi di tutti gli altri dello
stesso paese, dello stesso mestiere, della stessa epoca o dello stesso stato di vita. E che essa
osa dare come esempio al mondo intero e per tutti i tempi. "Nulla ci dice che i santi canonizzati
siano i più grandi" (Teresa di Lisieux). I santi

don Luciano Cantini " La Vita che ci rende vivi"

Immagine
Commemorazione di Tutti i Fedeli Defunti (Messa I) (02/11/2014)
Vangelo: Gv 6,37-40 
Tutto ciò che il Padre mi dà, verrà a me
Queste poche parole che Gesù ci ha regalato, e che il Vangelo di Giovanni ci trasmette, sono essenziali nella loro brevità, ci coinvolgono a tal punto da contemplare il Mistero della salvezza che attraversa la nostra storia; ci parlano del presente e del futuro; rafforzano la nostra fede là dove è più debole, dove l'incertezza e la paura incalzano e ci danno la sensazione

Mons.Antonio Riboldi"Testimoni di Gesù Risorto"

Immagine
Omelia dei giorni 1 e 2 Novembre 2014
Nella solennità di ‘Tutti i Santi’, che precede la commemorazione dei Defunti, la Chiesa ama presentarci quello che sarà il nostro vero domani. Sappiamo tutti che questa vita è un breve pellegrinaggio che Dio, il Padre, creandoci, ‘ha pensato’ per noi, per giungere alla felicità eterna con Lui. E tale è. Così l’Apostolo Giovanni descrive ‘il domani dell’eternità’:
“Dopo queste cose vidi: ecco, una moltitudine immensa, che nessuno poteva contare, di ogni nazione, tribù, popolo e lingua. Tutti stavano in piedi davanti al trono e davanti

Pane quotidiano"Rallegratevi ed esultate

Immagine
VANGELO (Mt 5,1-12) Commento: Mons. F. Xavier CIURANETA i Aymí Vescovo Emerito di Lleida (Lleida, Spagna)
Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli.
+ Dal Vangelo secondo Matteo
In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo:

Dai «Discorsi» di san Bernardo"Affrettiamoci verso i fratelli che ci aspettano"

Immagine
(Disc. 2; Opera omnia, ed. Cisterc. 5 [1968] 364-368)
    A che serve dunque la nostra lode ai santi, a che il nostro tributo di gloria, a che questa stessa nostra solennità? Perché ad essi gli onori di questa stessa terra quando, secondo la promessa del Figlio, il Padre celeste li onora? A che dunque i nostri encomi per essi? I santi non hanno bisogno dei nostri onori e nulla viene a loro dal nostro culto. È chiaro che, quando ne veneriamo la memoria, facciamo i nostri interessi, non i loro.
    Per parte mia devo confessare che, quando penso ai santi, mi sento ardere da grandi desideri.

Paolo Zamengo"«Essi saranno come stelle nel cielo: splenderanno come il firmamento»

Immagine
I Santi    
Visibili a migliaia come le stelle ad occhio nudo, ma incomparabilmente più numerosi al telescopio del cuore che raggiunge anche quelli senza aureola.

Vulcani incandescenti, quasi fessure sul mistero del Fuoco Trinitario.

Avventurosi romanzi scritti dallo Spirito dove la sorpresa è norma.

Papa Francesco: l'amore, non l'attaccamento alla legge, apre le porte della speranza

Immagine
Cristiani così attaccati alla legge  da trascurare la giustizia e cristiani legati all’amore che danno pieno compimento alla legge: ne ha parlato Papa Francesco nella Messa mattutina a Casa Santa Marta.
Nel Vangelo del giorno, Gesù chiede ai farisei se sia lecito o no guarire di sabato, ma loro non

Luca Desserafino sdb"Del Signore è la terra e quanto contiene"

Immagine
1 novembre 2014 | 30a / Tutti i Santi A | T. Ordinario | Omelia di approfondimento
Nei due giorni prossimi la Chiesa ci fa partecipare a due importanti eventi: la Solennità di tutti i santi e poi la commemorazione di tutti i fedeli defunti. Due feste che non a caso la Chiesa mette vicine consecutivamente, la solennità di

Paolo Zamengo sdb"L’isola e l’oceano"

Immagine
Nel nostro cuore vive e opera una forza di attrazione che in forma graduale e, a volte, anche a strattoni, sposta il suo baricentro e lo attira inesorabilmente verso Dio. Dal suo primo vagito l’uomo è affamato e assetato di vita e di vita  eterna. La sua vocazione di figlio canta nostalgia di casa.
Se la commemorazione dei defunti produce

GIOVANNINI Attilio sdb"Dio asciugherà ogni lacrima"

Immagine
   1 novembre 2014 | 30a / Tutti i Santi A - Tempo Ordinario| Omelia di approfondimento
* Vidi 4 angeli che stavano nelle quattro zone della terra imponendo il loro dominio sui 4 venti della terra... E i 4 angeli hanno il potere di recar danno alla terra e al mare.
Tutti conosciamo il racconto biblico della creazione, che è suddiviso epicamente in 7 giorni. Il sesto, al culmine della creazione, Dio

mons. Gianfranco Poma " Beati i poveri in spirito"

Immagine
Tutti i Santi (01/11/2014)Vangelo: Mt 5,1-12 
Nella festa di "Tutti i santi" la Liturgia fa risuonare in tutto il mondo le "Beatitudini" evangeliche (Matt.5,1-12), "il testo - come scrive

don Marco Pozza "Santi e morti. Varie ed eventuali"

Immagine
Tutti i Santi (01/11/2014)Vangelo: Mt 5,1-12 
Somigliano ad un ponte le beatitudini di oggi. Un ponte sospeso tra due abissi: tra il giorno in cui la Chiesa celebra il ricordo dei propri Santi e il giorno successivo nel quale la Chiesa commemora i propri defunti. Feste misteriose,

Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM"VENITE BENEDETTI DAL PADRE MIO "

Immagine
COMMEMORAZIONE DI TUTTI I DEFUNTI – 2 novembre 2014Mt 25,31-46
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Quando il Figlio dell’uomo verrà nella sua gloria,
e tutti gli angeli con lui, siederà sul trono della sua gloria. Davanti a lui verranno radunati
tutti i popoli. Egli separerà gli uni dagli altri,

Alberto Vianello"La scommessa della risurrezione"

Immagine
 Letture: Gb 19,1.23-27a; Rm 5,5-11; Gv 6,37-40 Monastero Marango Caorle (VE)
Tra le Letture scelte per la Commemorazione dei defunti - che ricorre questa domenica -, il Vangelo riporta la promessa di Gesù di farci risorgere dalla morte. È come un impegno che si è preso con noi: non ci resta che improntare la nostra attuale vita a questa prospettiva di

Pane quotidiano"È lecito o no guarire di sabato?"

Immagine
VANGELO (Lc 14,1-6) Commento: Rvdo. D. Manuel COCIÑA Abella (Madrid, Spagna)
Un sabato Gesù si recò a casa di uno dei capi dei farisei per pranzare ed essi stavano a osservarlo. Ed ecco, davanti a lui vi era un uomo malato di idropisìa.
Rivolgendosi ai dottori della Legge e ai farisei, Gesù disse: «È lecito o no guarire di sabato?». Ma essi tacquero. Egli lo prese per mano, lo guarì e lo congedò.
Poi disse loro: «Chi di voi, se un figlio o un bue gli cade nel pozzo, non lo tirerà fuori subito in giorno di sabato?». E non potevano rispondere nulla a queste parole.

Dalle «Opere» di Baldovino di Canterbury"La parola di Dio è viva ed efficace

Immagine
Dalle «Opere» di Baldovino di Canterbury, vescovo
(Tratt. 6; PL 204, 451-453)
    «La parola di Dio è viva, efficace e più tagliente di ogni spada a doppio taglio» (Eb 4, 12). Ecco quanto è grande la potenza e la sapienza racchiusa nella parola di Dio! Il testo è altamente significativo per chi cerca Cristo, che è precisamente la parola, la potenza e la sapienza

PAPA FRANCESCO MEDITAZIONE DOMUS SANCTAE MARTHAE" Una lotta bellissima"

Immagine
Giovedì, 30 ottobre 2014
La vita del cristiano «è una milizia» e ci vogliono «forza e coraggio» per «resistere» alle tentazioni del diavolo e per «annunciare» la verità. Ma questa «lotta è bellissima», perché «quando il Signore vince in ogni passo della nostra vita, ci dà una gioia, una felicità grande». Riflettendo sulle parole di Paolo nella Lettera

Padre Ermes Ronchi Beatitudini: "Dio regala vita a chi produce amore "

Immagine
Commemorazione di tutti i fedeli defuntiMessa III
In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo: «Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno consolati. Beati i miti,
perché avranno in eredità la terra. Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati. Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia. Beati i puri di cuore, perché vedranno

don Michele Cerutti"Tutti i Santi (01/11/2014)

Immagine
 Commento su Matteo 5,1-12
Vangelo: Mt 5,1-12 Clicca per vedere le Letture (Vangelo: )
Quando un Primo Ministro prende l'incarico, come primo atto si presenta al Parlamento per ricevere la fiducia. Ogni Primo Ministro che si rispetti presenta, per ottenere il più alto consenso possibile, un programma solitamente fatto di grandi slogan.
La stessa cosa capita a Gesù. Egli inizia il suo ministero pubblico raccoglie i suoi e poi presenta loro un progetto di vita per vedere se sono disposti a seguirlo.

padre Antonio Rungi "Una moltitudine di santi che ci insegnano la vita della santità"

Immagine
Tutti i Santi (01/11/2014)
Vangelo: Mt 5,1-12
Gli ultimi santi di questi mesi, quelli elevati agli onori degli altari e quindi da poter venerare, ci dicono quanto sia possibile a tutti

Commento al Vangelo di ENZO BIANCHI"Tutti i santi"

Immagine
1 novembre Commento al Vangelo di ENZO BIANCHI
 Monastero di Bose
In questi ultimi decenni sono stati proclamati tanti santi e beati: mai c’è stata nella chiesa una stagione così ricca di canonizzazioni, segno anche di un’estesa “cattolicità” raggiunta dalla testimonianza cristiana. Eppure molti, all’interno e attorno alla chiesa, hanno la sensazione di non

don Alberto Brignoli"Santi, straordinariamente ordinari"

Immagine
Tutti i Santi (01/11/2014)Vangelo: Mt 5,1-12
Ogni anno, quando si avvicina la Solennità di tutti i Santi, personalmente mi trovo in difficoltà, pensando alla riflessione da proporre all'omelia. Non perché le letture che abbiamo proclamato siano prive di spunti, tutt'altro; anzi, forse proprio per l'abbondanza di temi che le accompagnano, si fa una certa fatica a focalizzarsi su un aspetto del cammino verso la santità alla quale questa festa tutti ci richiama. Pensiamo anche solo alle Beautitudini che

Pane quotidiano"Gerusalemme, Gerusalemme, quante volte ho voluto raccogliere i tuoi figli e voi non avete voluto!

Immagine
VANGELO (Lc 13,31-35) Commento: Rev. D. Àngel Eugeni PÉREZ i Sánchez (Barcelona, Spagna) 
In quel momento si avvicinarono a Gesù alcuni farisei a dirgli: «Parti e vattene via di qui, perché Erode ti vuole uccidere».
Egli rispose loro: «Andate a dire a quella volpe: “Ecco, io scaccio demòni e compio guarigioni oggi e domani; e il terzo giorno la mia opera è compiuta. Però è necessario che oggi, domani e il giorno seguente io prosegua nel cammino, perché non è possibile che un profeta muoia fuori di Gerusalemme”.
Gerusalemme, Gerusalemme, tu che uccidi i profeti e lapidi quelli che sono stati mandati a te: quante volte ho voluto

Dai «Discorsi contro gli Ariani» di sant'Atanasio"Le cose create portano l'impronta e l'immagine della sapienza

Immagine
(Disc. 2, 78. 79; PG 26, 311. 314)
    Poiché in noi e in tutte le altre cose si trova l'immagine creata della Sapienza, a ragione la vera e operante Sapienza, attribuendo a se stessa ciò che è proprio della sua natura, dice: Il Signore mi ha creata nelle sue opere (cfr. Pro 8, 22). In questo modo il Signore rivendica a sé, come cosa sua propria, tutto ciò che la nostra sapienza dice di essere e di avere.
    E questo non perché lui che è creatore sia oggetto di creazione, ma per ragione della sua immagine impressa nelle stesse opere. Dice dunque così, quasi parlando di se stesso

PAPA FRANCESCO UDIENZA GENERALE La Chiesa realtà visibile e spirituale

Immagine
Piazza San Pietro
Mercoledì, 29 ottobre 2014
Cari fratelli e sorelle, buongiorno
nelle catechesi precedenti abbiamo avuto modo di evidenziare come la Chiesa abbia una natura spirituale: è il corpo di Cristo, edificato nello Spirito Santo. Quando ci riferiamo alla Chiesa, però, immediatamente il pensiero va alle nostre comunità, alle nostre parrocchie, alle nostre

Ermete TESSORE sdb"I SANTI E I NOSTRI MORTI ? SEMPLICEMENTE... CI ASPETTANO PER RIVIVERE L'AMORE CON NOI

Immagine
1 novembre 2014 | 30a / Tutti i Santi A | T. Ordinario | Omelia di approfondimento
Il significato dell'odierna solennità lo possiamo cogliere nella domanda del vegliardo dell'Apocalisse:
"Quelli vestiti di bianco, chi sono e donde vengono?".

Padre Tiziano SOFIA sdb"Santi promossi, santi rimandati, santi bocciati per sempre. "

Immagine
1 novembre 2014 | Tutti i Santi A - T. Ordinario | Omelia di approfondimento
I Santi - i defunti
Sei "santo"? Mi dirai: non credo proprio! Dio ti dice "SEI SANTO"... perchè ti ho "scelto" da sempre, in attesa della tua risposta, dalla quale dipende se sarai promosso, rimandato (in purgatorio!) o definitivamente "bocciato" per sempre (inferno!).

Enzo Bianco, sdb"C'È UNA SOLA TRISTEZZA: NON ESSERE SANTI"

Immagine
1 Novembre 2014 | 30a Tutti i Santi A  -  T. Ordinario | Omelia di approfondimento
Forse noi pensiamo ai santi in paradiso con una certa curiosità, e ci vengono in mente tante domande: chi sono, dove sono, cosa fanno, quale rapporto possono avere con noi che siamo ancora in terra...
Oggi vanno di moda le inchieste, facciamo anche noi un'inchiesta veloce sui santi, cercando di rispondere a qualcuna di quelle domande. Le Letture udite ci aiutano a trovare le risposte.
QUANTI SONO I SANTI?
Potremmo andar a vedere dove sono elencati.

Abbazia Santa Maria di Pulsano Lectio Commemorazione dei fedeli defunti

Immagine
I MESSA
Gv 6,37-40; Gb 19,1.23-27a; Sal 26; Rm 5,5-11
II MESSA
Mt 25,31-46; Is 25,6a.7-9; Sal 25; Rm 8,14-23
III MESSA
Mt 5,1-12a ; Sap 3,1-9; Sal 41; Ap 21,15a.6b-7
Una grande distanza separa l’atmosfera raccolta, colma di speranza e di fede, dei cimiteri delle catacombe, e il silenzio imbarazzato della nostra epoca a proposito della morte. La nostra società secolarizzata è passata lentamente, progressivamente, dalla familiarità con la morte, caratteristica dell’antichità e del medioevo, alla morte nascosta e mascherata, o addirittura rifiutata

Abbazia Santa Maria di Pulsano Letture patristiche della Commemorazione dei fedeli defunti

Immagine
I MESSA
Gv 6,37-40; Gb 19,1.23-27a; Sal 26; Rm 5,5-11
II MESSA
Mt 25,31-46; Is 25,6a.7-9; Sal 25; Rm 8,14-23
III MESSA
Mt 5,1-12a ; Sap 3,1-9; Sal 41; Ap 21,15a.6b-7
1. Dio è già qui, tanto bello!
Quali parole potranno mai esaurire la bellezza e l`utilità delle creature, che, per divina

Pane quotidiano"Sforzatevi di entrare per la porta stretta"

Immagine
+ Dal Vangelo secondo Luca Commento: Rev. D. Lluís RAVENTÓS i Artés (Tarragona, Spagna)
In quel tempo, Gesù passava insegnando per città e villaggi, mentre era in cammino verso Gerusalemme. Un tale gli chiese: «Signore, sono pochi quelli che si salvano?».
Disse loro: «Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché molti, io vi dico, cercheranno di entrare, ma non ci riusciranno.
Quando il padrone di casa si alzerà e chiuderà la porta, voi, rimasti fuori, comincerete a bussare alla porta, dicendo: “Signore, aprici!”. Ma egli vi

Dalla «Lettera ai Corinzi» di san Clemente I, papa"Seguiamo la via della verità"

Immagine
(Capp. 30, 3-4; 34, 2 - 35, 5; Funk, 1, 99, 103-105)
    Rivestiamoci di pace, di umiltà, di castità. Teniamoci lontani da ogni mormorazione e maldicenza, e pratichiamo la giustizia non a parole, ma nelle opere. È scritto infatti: Chi parla molto, sappia anche ascoltare, e il loquace non creda di salvarsi per le sue molte parole (cfr. Gb 11, 2).
    Bisogna dunque che ci mettiamo di buon animo a fare il bene, poiché tutto ci è dato dal Signore. Egli ci avverte in precedenza: Ecco il Signore, e la sua ricompensa è con lui, per rendere a ciascuno secondo le sue opere (cfr. Ap 22, 12). Perciò ci esorta a credere in lui con tutto il cuore e a non essere pigri, ma dediti ad ogni opera buona.

PAPA FRANCESCO MEDITAZIONE MATTUTINA DOMUS SANCTAE MARTHAE"Cattolici ma non troppo"

Immagine
Martedì, 28 ottobre 2014
Ci sono cristiani che si fermano alla “reception” della Chiesa e restano fermi sulla porta, senza entrare dentro, per non compromettersi. È l’atteggiamento di chi si dichiara “cattolico, ma non troppo”, dal quale Papa Francesco ha messo in guardia durante la messa celebrata martedì mattina, 28 ottobre, nella cappella della Casa Santa Marta.

don Alberto Brignoli "Gente come noi"

Immagine
Tutti i Santi Vangelo: Mt 5,1-12 
Credo sia difficile trovare un mondo così variegato e variopinto come la Chiesa. Nelle nostre comunità parrocchiali o più in generale nei raggruppamenti di persone che ruotano intorno ad una comunità di fede cristiana troviamo veramente di tutto. Dalla persona semplice al letterato, dal laico impegnato al sacerdote zelante, dalla suora pia e devota al

Casa di Preghiera San Biagio FMA Tutti i Santi Commento su Ap 7,2-4.9-14; Sal 23; 1Gv 3,1-3; Mt 5,1-12

Immagine
Tutti i Santi (01/11/2014)
Oggi la Chiesa ci invita a contemplare la festa di tutti i santi, specialmente di quelli che non sono elencati nei calendari o in altri elenchi ecclesiastici, ma che noi abbiamo avuto la fortuna di conoscere e amare, ignoti a migliori di persone perché non canonizzati, ma guardano ugualmente Dio "faccia a faccia". Perché il giudizio di Dio è il solo in grado di scoprire la santità là dove l'uomo non sospetterebbe di poterla trovare.
Santità è una parola poco usata ai nostri giorni mentre negli anni passati era considerata una vocazione, alla

don Luciano Cantini " Lo vedremo" Tutti i Santi Vangelo: 1Gv 3,1-3

Immagine
Figli di Dio
Siamo figli di Dio... perché? la prima risposta, semplice è che siamo sue creature: egli ci ha fatti e noi siamo suoi (Sal 100,3). Il racconto della creazione fa iniziare la storia da un solo uomo, perché chiara fosse la vocazione all'unità e non soltanto della coppia. Dal racconto biblico emerge questa universalità che non esclude nessun uomo. Allora ne è consequenziale la visione apocalittica: ecco, una moltitudine immensa, che nessuno poteva contare, di ogni nazione, tribù, popolo e lingua (Ap 7,9). Ma per Giovanni siamo figli di Dio non per naturale

don Marco Pedron"La vita è un dono da donare"

Immagine
Tutti i Santi Vangelo: Mt 5,1-12 
"Vedendo le folle salì sulla montagna" (Mt 5,1).
Gesù non allontana le folle ma le attira sul monte. Il monte indica la condizione divina. Non è più come nell'A.T. dove c'era timore, paura di avvicinarsi a Dio. Adesso avvicinarsi a Dio fa vivere.
Letteralmente è "salì sul monte": non uno qualunque ma sul monte, uno conosciuto, anche se non ne dice il nome. Qual è allora questo monte che tutti conoscono ("il monte")? E' chiaro, è il Monte Sinai, il monte che tutti conoscevano, dove Mosè salì per avere da Dio l'Alleanza con il suo popolo. Allora Gesù, come Mosè, sale sul monte per dare una Nuova Alleanza.
"Messosi a sedere" (Mt 5,1): è la posizione del Maestro che

Pane quotidiano "Gesù se ne andò sul monte a pregare"

Immagine
VANGELO (Lc 6,12-19) Commento: + Rev. D. Albert TAULÉ i Viñas (Barcelona, Spagna)
Ne scelse dodici ai quali diede anche il nome di apostoli.
In quei giorni, Gesù se ne andò sul monte a pregare e passò tutta la notte pregando Dio. Quando fu giorno, chiamò a sé i suoi discepoli e ne scelse dodici, ai quali diede anche il nome di apostoli: Simone, al quale diede anche il nome di Pietro; Andrea, suo fratello; Giacomo, Giovanni, Filippo, Bartolomeo, Matteo, Tommaso; Giacomo, figlio di Alfeo; Simone, detto Zelota; Giuda, figlio di Giacomo; e Giuda Iscariota, che divenne il traditore.

Dal «Commento sul vangelo di Giovanni» di san Cirillo d'Alessandria"Come il Padre ha mandato me, anch'io mando voi"

Immagine
(Lib. 12, 1; PG 74, 707-710)
    Nostro Signore Gesù Cristo stabilì le guide, i maestri del mondo e i dispensatori dei suoi divini misteri. Volle inoltre che essi risplendessero come luminari e rischiarassero non soltanto il paese dei Giudei, ma anche tutti gli altri che si trovano sotto il sole e tutti gli uomini che popolano la terra. È verace perciò colui che afferma: «Nessuno può attribuirsi questo onore, se non chi è chiamato da Dio» (Eb 5, 4). Nostro Signore Gesù Cristo ha rivestito gli apostoli di una grande dignità a preferenza di tutti gli altri discepoli.

padre Raniero Cantalamessa "Chi sono i santi"

Immagine
Tutti i Santi Vangelo: Mt 5,1-12a
Da tempo gli scienziati mandano segnali nel cosmo in attesa di risposte da parte di esseri intelligenti esistenti in qualche pianeta sperduto. La Chiesa da sempre intrattiene un dialogo con abitanti di un altro mondo, i santi. Questo è ciò che proclamiamo dicendo: "Credo nella comunione dei santi". Se anche esistessero abitanti al di fuori del sistema solare, la comunicazione con essi sarebbe impossibile perché tra la domanda e la risposta dovrebbero passare milioni di anni. Qui invece la risposta è immediata perché c'è un centro di

Papa Francesco"Le parole rivelano se siamo cristiani della luce, delle tenebre o del grigio

Immagine
L’esame di coscienza sulle nostre parole ci farà capire se siamo cristiani della luce, delle tenebre o cristiani del grigio: è quanto ha detto Papa Francesco nell’omelia mattutina a Casa Santa Marta. Gli uomini si riconoscono dalle loro parole. San Paolo – afferma il Papa – invitando i cristiani a comportarsi come figli della luce e non come figli delle tenebre, “fa una catechesi sullaparola”. Ci sono quattro parole per capire se

Movimento Apostolico" Grande è la vostra ricompensa nei cieli"

Immagine
Tutti i Santi (01/11/2014)Vangelo: Mt 5,1-12 
Vi è un mutamento sostanziale tra la prima Legge e la seconda, quella data sul monte Sinai e quella consegnata da Gesù ai suoi discepoli. La prima era finalizzata al possesso della Terra Promessa. Il Dio liberatore è anche il Dio Signore, il Dio Custode, il Dio Protettore, il Dio Difensore, il Dio Vittorioso, il Dio Invincibile.

Commento di don Angelo Sceppacerca "Tutti i Santi "

Immagine
Commento su Matteo 5,1-12 (01/11/2014)
Gesù guarda le folle, come prima i pescatori. Davanti ha una moltitudine povera e bisognosa di salvezza che lo sta seguendo. Guarda le folle, ma parla ai discepoli che gli si sono avvicinati. Lo sguardo alle folle ora è per loro, ma dovranno ricordare la destinazione universale del Vangelo.
Inizia il grande discorso della montagna, riferito al monte su cui si trovano e Gesù sembra rivolgersi a tutti quelli che s'incontreranno con lui, in ogni tempo e in ogni terra dove sarà annunciato il Vangelo.

don Roberto Seregni" Il sogno di Gesù"

Immagine
Tutti i Santi Vangelo: Mt 5,1-12 
Qualche anno fa decisi di fare un percorso di lettura del Vangelo con un gruppo di adolescenti per riscoprire insieme la vera umanità di Gesù. Quasi verso la fine di questi incontri, una ragazza mi chiese: "Ma don, Gesù sognava come noi?".
Devo confessare che la domanda mi colse un po' impreparato. In tutti i corsi di teologia non si era mai parlato dei sogni di Gesù... Mi venne però spontaneo rispondere che certamente Gesù sognava proprio come noi e che il suo più grande sogno è che tutti gli uomini siano santi!

fr. Massimo Rossi Tutti i Santi Vangelo: Mt 5,1-12

Immagine
Commento su Matteo 5,1-12Tutti i Santi (01/11/2014)
La scorsa domenica, ricordavo il principio dell'incarnazione, secondo il quale, per un imperscrutabile disegno di Dio, il Verbo ha preso forma mortale, si è fatto uno di noi, ha vissuto

padre Gian Franco Scarpitta"Tutti quanti, senza distinzioni"

Immagine
Tutti i Santi (01/11/2014)Vangelo: Mt 5,1-12 
A più riprese Paolo parla di "santi" nelle sue Epistole, come quando cita i "santi che sono in Efeso" o la vedova che, fra tutte le opere degne di nota, "lava i piedi ai santi". L'apostolo ovviamente non si riferisce ai particolari personaggi da noi venerati nelle nostre chiese e raffigurati sotto forma di icone e sculture, ma si riferisce semplicemente a tutti i fratelli in Cristo. Il termine "santo" era infatti utilizzato nei primi secoli della cristianità per indicare qualsiasi credente avesse ricevuto la

Pane quotidiano«Donna, sei liberata dalla tua malattia»

Immagine
VANGELO (Lc 13,10-17) Meditazione del giorno San Giovanni Paolo II (1920-2005), papa 
In quel tempo, Gesù stava insegnando in una sinagoga in giorno di sabato. C’era là una donna che uno spirito teneva inferma da diciotto anni; era curva e non riusciva in alcun modo a stare diritta.
Gesù la vide, la chiamò a sé e le disse: «Donna, sei liberata dalla tua malattia». Impose le mani su di lei e subito quella si raddrizzò e glorificava Dio.

Dalla «Lettera ai Corinzi» di san Clemente"Non andiamo contro la volontà di Dio"

Immagine
(Capp. 21, 1 - 22, 5; 23, 1-2; Funk, 1, 89-93)
    Badate, carissimi, che i benefici di Dio, così grandi e numerosi, non abbiano a convertirsi in condanna per noi, se non viviamo in maniera degna di lui, vale a dire se non facciamo concordemente ciò che è buono e accetto davanti a lui. Dice infatti in un certo passo: «Lo Spirito del Signore è come una fiaccola che scruta tutti i segreti recessi del cuore» (Pro 20, 27 volg.).
    Pensiamo quanto ci sia vicino, e come a lui nulla resti nascosto dei nostri pensieri e dei nostri propositi. Perciò non

PAPA FRANCESCO ANGELUS Domenica, 26 ottobre 2014

Immagine
Piazza San Pietro
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Il Vangelo di oggi ci ricorda che tutta la Legge divina si riassume nell’amore per Dio e per il prossimo. L’Evangelista Matteo racconta che alcuni farisei si accordarono per mettere alla prova Gesù (cfr 22,34-35). Uno di questi, un dottore della legge,