Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2015

padre Ermes Ronchi" È tutta l'umanità la carne di Dio"

Immagine
Santissimo Corpo e Sangue di Cristo (Anno B) 
Vangelo: Mc 14,12-16.22-26 
Prendete, questo è il mio corpo. La parola ini­ziale è precisa e nitida come un ordine: prendete.
Incalzante come una di­chiarazione: nelle mani, nel­la bocca, nell'intimo tuo vo­glio stare, come pane.
Qui è il miracolo, il batti­cuore, lo scopo: prendete.

don Giovanni Berti"Eucarestia, fusione di corpi

Immagine
Santissimo Corpo e Sangue di Cristo (Anno B) 
Vangelo: Mc 14,12-16.22-26 
Al museo del Castello Sforzesco di Milano è conservata l'ultima opera scultorea di Michelangelo Buonarroti, la Pietà Rondanini. Il nome di questo gruppo scultoreo viene dai marchesi Rondanini che la aquistarono nel 1744 per metterla a Roma e che poi, dopo vari passaggi finì a Milano, dove si può ancora oggi ammirare.

Figlie della Chiesa Lectio Questo è il mio corpo. Questo è il mio sangue (Mc 14,12-16.22-26

Immagine
Santissimo Corpo e Sangue di Cristo
Prendiamo in considerazione la seconda sezione del racconto di Marco 14 dai versetti 12-25. Ci collochiamo nel Cenacolo in cui sono ben visibili 3 quadri: il primo 14,12-16, riguarda i preparativi della Pasqua.
Marco parla del “primo giorno degli azzimi quando s’immolava la pasqua”. Molto

Movimento Apostolico - rito romano Prendete, questo è il mio corpo

Immagine
Santissimo Corpo e Sangue di Cristo (Anno B) (07/06/2015)
Vangelo: Mc 14,12-16.22-26 
Parlare dell'Eucaristia non è per nulla semplice. Essa è il mistero perfetto di Dio e dell'uomo. In esso la carità del Padre per l'uomo raggiunge il sommo, oltre il quale è impossibile pervenire. Anche se nel Paradiso l'uomo glorioso è immerso in Dio e Dio nell'uomo glorioso,

Pane quotidiano" Al momento opportuno mandò un servo dai contadini a ritirare da loro la sua parte del raccolto della vigna"

Immagine
La Liturgia di Lunedi 1 Giugno 2015 VANGELO (Mc 12,1-12) Commento: Fr. Alphonse DIAZ (Nairobi, Kenya)
In quel tempo, Gesù si mise a parlare con parabole [ai capi dei sacerdoti, agli scribi e agli anziani]:
«Un uomo piantò una vigna, la circondò con una siepe, scavò una

Dagli «Atti del martirio» dei santi Giustino e Compagni"Ho aderito alla vera dottrina"

Immagine
(Cap. 1-5; cfr. PG 6, 1366-1371)
    Dopo il loro arresto, i santi furono condotti dal prefetto di Roma di nome Rustico. Comparsi davanti al tribunale, il prefetto Rustico disse a Giustino: «Anzitutto credi agli dèi e presta ossequio agli imperatori».
    Giustino disse: «Di nulla si può biasimare o incolpare chi obbedisce ai comandamenti del Salvatore nostro Gesù Cristo».
    Il prefetto Rustico disse: «Quale dottrina professi?».

CIPRIANI SETTIMO "Per mezzo dello Spirito gridiamo: "Abbà, Padre!""

Immagine
31 maggio 2015 | 9a Domenica: ss. Trinità - Anno B | Appunti per la Lectio
La festa della SS. Trinità è come una festa di sintesi, che vuole riportare tutti noi alla "fonte" da cui origina, nella sua ordinata e lenta scanditura, la multiforme storia della nostra salvezza. Dovendo la Liturgia celebrare i vari

MOMENTI FRANCESCANI Domenica 31 maggio 2015, SS. Trinità

Immagine
Dal Vangelo
Matteo 28,16-20  
In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato. Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono. Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».

Dalle Fonti

DON PAOLO ZAMENGO"Memoria della Trinità

Immagine
Mt 28, 16-20 31 maggio 2015 | 9a Domenica: Ss. Trinità - Anno B  | Omelia
Mosè propone un esercizio che vale per ogni generazione di credenti: interroga la memoria. Non c’è fede senza memoria: la fede cristiana nasce dall’ascolto, dalla memoria di ciò che Dio ha compiuto. Mosè chiedeva a Israele di

MACHETTA Domenico SDB 31 maggio 2015 | 9a Domenica:Ss. Trinità Anno B | Appunti per la Lectio

Immagine
1ª LETTURA: Dt 4,32-34.39-40
VANGELO: Mt 28,16-20
È la festa dello stupore, dello "stordimento", davanti al mistero di Dio-Comunità di amore, del Dio dei rapporti personali, del Dio di Abramo, di Isacco, di Giacobbe, del"mio" Dio. Forse il senso della festa della Trinità sta proprio nel fatto che Dio è il "mio" Dio. Il tre volte santo, il tre volte

Umberto DE VANNA 9a Domenica di Pasqua: ss. Trinità- 2015

Immagine
31 maggio 2015 | 9a Domenica: ss. Trinità - Anno B | Omelia
Per cominciare
Ogni liturgia domenicale è in qualche modo centrata sulla Trinità. Ma la liturgia si concede una domenica di riflessione specifica su questa realtà, che è anche uno dei misteri principali della nostra fede. Un mistero che accompagna ciascuno di noi nell'intero arco dell'esistenza: dal battesimo - siamo stati battezzati nel nome de Padre, del Figlio e dello

D. Severino GALLO sdb,IL GRANDE SEGRETO DIO"

Immagine
31 maggio 2015 | 9a Domenica: Ss. Trinità - Anno B | Omelia IL GRANDE SEGRETO DIO Con la discesa dello Spirito Santo nella Pentecoste, si è compiuto il ciclo degli avvenimenti con cui Dio è venuto incontro agli uomini per offrire il dono della salvezza.

don Marco Pedron"Io sono sempre con te perché sono in te"

Immagine
Santissima Trinità (Anno B) (31/05/2015)
Vangelo: Mt 28,16-20
Oggi la Chiesa per commentare la festa della Trinità ci presenta la finale del vangelo di Matteo.
16 Gli undici discepoli, intanto, andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato.
GLI UNDICI=i discepoli non sono più dodici ma undici. Chi manca? Giuda! Dov'è finito? Giuda si è tolto la vita (Mt 27,3-10). Giuda, troppo attaccato alle cose, al denaro, non è riuscito a vivere la prima

Mons.Gianfranco Ravasi"Sale, luce e città"

Immagine
Uno scrittore americano di forte impronta sarcastica, Ambrose Bierce (1842-1914), aveva coniato nel suo Dizionario del diavolo questa dura definizione del “cristiano”: «Uno che crede che il Nuovo Testamento sia un libro ispirato da Dio, mirabilmente adatto alle necessità spirituali del suo vicino».

Pane quotidiano"Fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo"

Immagine
VANGELO (Mt 28,16-20) Commento: Mons. F. Xavier CIURANETA i Aymí Vescovo Emerito di Lleida (Lleida, Spagna)
In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato.
Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono.
Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque

Dal trattato «Sulla Trinità» di Faustino Luciferiano,"Cristo re e sacerdote in eterno"

Immagine
(Nn. 30-40; CCL 69, 340-341)
    Il nostro Salvatore divenne veramente «cristo» secondo la carne e nello stesso tempo vero re e vero sacerdote. Egli è l'una e l'altra cosa insieme, perché nulla manchi al Salvatore di quanto aveva come Dio.
    Egli stesso afferma la sua dignità regale, quando dice: Io sono stato consacrato re da lui sul suo santo monte Sion (cfr. Sal 2, 6). Il Padre

don Roberto Rossi" Dio è Trinità nell'amore

Immagine
Santissima Trinità (Anno B) (31/05/2015)
Vangelo: Mt 28,16-20 
Chi può conoscere Dio, il Signore?
Gesù ce lo ha rivelato, ce lo ha fatto conoscere. Lui ci ha detto che Dio è il Padre, Dio è il Figlio, Dio è lo Spirito Santo. Così lo conosco, certamente lo amo e cerco di vivere in un rapporto di amore con ogni Persona,

fr. Massimo Rossi "Totalità delle persone, tutto il Vangelo, tutti i giorni..."

Immagine
Commento su Matteo 28,16-20
Santissima Trinità (Anno B) (31/05/2015)
Vangelo: Mt 28,16-20 
Avete, notato, nel Vangelo ricorre per ben tre volte l'aggettivo ‘tutto', ‘tutti'...
Totalità delle persone, tutto il Vangelo, tutti i giorni... Non c'è

Movimento Apostolico - rito romano "Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo"

Immagine
Santissima Trinità (Anno B) (31/05/2015)
Vangelo: Mt 28,16-20
Gli Apostoli sono mandati nel mondo affidando loro una missione che comporta tre azioni differenti, ma che sono l'una essenziale all'altra. L'una non può esistere senza l'altra. O stanno tutte e tre insieme o tutte e tre cadono, svaniscono, sono vane.
Fate discepoli tutti i popoli. Gli Apostoli non devono annunziare una fede e una morale nuova. Non è questo il fine della loro missione. Né si devono interessare della sorte

Monsignor Nunzio Galantino Domenica 31 Maggio - Solennità della Santissima Trinità

Immagine
Gesù disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».
Matteo 28,16-20

UN DIO AMORE PER NOI, CON NOI SEMPRE
Questa solennità liturgica, così importante per la testimonianza della nostra fede, a dire il vero è

D. Mario MORRA SDB"Dio uno in tre Persone: Padre, Figlio e Spirito santo"

Immagine
31 maggio 2015 | 9a Domenica: Pentecoste - Anno B | Omelia
SS. TRINITA'
La Liturgia ci invita oggi a celebrare la festa della SS. Trinità: festa di Dio Padre, Figlio e Spirito Santo.
Dopo aver celebrato i grandi eventi della storia della salvezza - l'incarnazione del Verbo, la passione, morte e risurrezione di Gesù Cristo, la discesa dello Spirito Santo - la Chiesa ci invita ora a celebrare il principio da cui tutto è scaturito, ed il punto di arrivo a cui tutto deve arrivare: l'Alfa e l'Omega, il principio e la fine.

Luca Desserafino sdb"l Signore è Dio lassù nei cieli e quaggiù sulla terra: non ve n'è altro"

Immagine
31 maggio 2015 | 9a Domenica: Ss. Trinità - Anno B | Omelia
Raggiunta la vetta, se la giornata è limpida si guarda tutto il cammino percorso, per misurarne l'ampiezza, per contemplare nel suo insieme l'immenso panorama che prima, faticosamente, si è ammirato nei particolari, mentre si saliva.
Così possiamo dire che questo è un simbolo di ciò che la festa della SS. Trinità ci chiama a fare, a conclusione del tempo di Pasqua, concluso con la solennità di Pentecoste, la scorsa domenica.

D. Gianni Mazzali SDB "IL MIO DIO: UN AMORE A TRE

Immagine
31 maggio 2015 | 9a Domenica: Ss. Trinità - Anno B  | Omelia
Oggi, è forse così è stato in ogni tempo, siamo sopraffatti da un'incessante corrente di messaggi di amore. Eppure ci sentiamo smarriti tra tante offerte di amore, spesso di segno così diverso. Tra tanti amori propagandati e pretesi si fa fatica a trovare l'amore. E si soffre di solitudine, di

dom Luigi Gioia "Battezzate tutti i popoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo"

Immagine
Santissima Trinità (Anno B) (31/05/2015)
Vangelo: Mt 28,16-20 
E' naturale chiedersi in questo giorno se Dio si chiami veramente Trinità, se questo davvero sia il suo nome. Trinità è un termine che non si trova nella Bibbia, ma è stato elaborato nella storia della teologia. Esso ha certo la sua utilità dal punto di vista teologico ma è spesso stato

Pane quotidiano"Con quale autorità fai queste cose?

Immagine
La Liturgia di Sabato 30 Maggio 2015 VANGELO (Mc 11,27-33) Commento: Mn. Antoni BALLESTER i Díaz (Camarasa, Lleida, Spagna)
In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli andarono di nuovo a Gerusalemme. E, mentre egli camminava nel tempio, vennero da lui i capi dei sacerdoti, gli scribi e gli anziani e gli dissero: «Con quale autorità fai queste cose? O chi ti ha dato l’autorità di farle?».
Ma Gesù disse loro: «Vi farò una sola domanda. Se mi rispondete, vi dirò con quale autorità faccio questo. Il battesimo di Giovanni veniva dal cielo o dagli uomini? Rispondetemi».

Dai «Trattati» di san Zeno di Verona"Giobbe prefigurava Cristo"

Immagine
(15, 2; PL 11, 441-443)
    Per quanto ci è dato capire, fratelli carissimi, Giobbe prefigurava Cristo. Il confronto dimostrerà l'esattezza di questa asserzione. Giobbe è stato dichiarato giusto da Dio e Cristo è la giustizia stessa. Da lui, come da sorgente, attingono tutti quelli che sono beati. Di lui infatti è stato detto: Spunterà per voi il sole di giustizia (cfr. Ml 3, 20). Giobbe è stato detto uomo veritiero. Ora il Signore è la verità stessa. Nel vangelo ha detto: «Io sono la via e la

Papa Francesco: la fede vera fa miracoli non affari

Immagine
2015-05-29 Radio Vaticana
La fede autentica, aperta agli altri e al perdono, fa miracoli. Dio ci aiuti a non cadere in una religiosità egoista e affarista: è quanto ha detto il Papa nella Messa del mattino a Santa Marta. Il servizio di Sergio Centofanti:
Gesù condanna l'egoismo spirituale
Il Vangelo del giorno propone “tre modi di vivere” nelle immagini del fico che non dà frutti,

FRATERNITA' PICCOLO GREGGE DELL'IMMACOLATA Lectio Santissima Trinità - Anno B

Immagine
PRIMA LETTURA (Dt 4,32-34.39-40)
Il Signore è Dio lassù nei cieli e quaggiù sulla terra; e non ve n’è altro.
Dal libro del Deuteronòmio
Mosè parlò al popolo dicendo: «Interroga pure i tempi antichi, che furono prima di te: dal giorno in cui Dio creò l’uomo sulla terra e da un’estremità all’altra dei cieli, vi fu mai cosa grande come questa e si udì mai cosa simile a

mons. Antonio Riboldi" Solennità della SS.ma Trinità"

Immagine
Santissima Trinità (Anno B) (31/05/2015)
Vangelo: Mt 28,16-20 
La Chiesa, quasi ripercorrendo il continuo cammino della storia dell'amore che Dio ha per ciascuno di noi, dopo averci narrato l'amore di Gesù, Figlio del Padre, dato a noi per la nostra salvezza, la Presenza vivificante dello Spirito Santo con la Pentecoste, oggi, ci presenta quella che è stata definita ‘la

P. Antonio Villarino Comb."La montagna e il nome di Dio"

Immagine
Commentario a Mt 28, 16-20. Solennità della Santissima Trinità, 31 di maggio 2015
 Questa domenica dedicata alla Santissima Trinità è, in qualche modo, il punto algido dell’anno liturgico. Al discepolo missionario, che cerca d’identificarsi con Gesù Cristo, è offerta, nell’adorazione e nella contemplazione, un’approssimazione al mistero di Dio, realtà che

sr. Raffaella Cavalera"La preghiera come relazione"

Immagine
Nei Vangeli Gesù non solo parla di Dio come Padre, ma si rivolge a Lui chiamandolo così (cf. Mt 11,25; Lc 23,46). In Mc 14,36 troviamo l’appellativo che Gesù usa per rivolgersi al Padre, cioè “Abbà”, papà. Esso esprime una relazione, tra Gesù e il Padre, fatta di affetto, fiducia, abbandono, pronta e filiale obbedienza, fino al momento culminante della croce.

Commento al Vangelo di Enzo Bianchi"La Triunità di Dio"

Immagine
Santissima Trinità, anno B, 31 maggio 2015
Mt 28,16-20
Commento al Vangelo di Enzo Bianchi
6)Gli undici discepoli, andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato. 17Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono. 18)Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. 19)Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del

Ermete TESSORE"Nel nome del Padre, Figlio e Spirito Santo"

Immagine
31 maggio 2015 | 9a Domenica: Ss. Trinità - Tempo di Pasqua B | Omelia
La liturgia della Parola della solennità della Trinità invita ognuno di noi a riflettere su che cosa significhi veramente credere e non limitarsi a vivere semplicemente la religione. Noi cristiani di oggi non possiamo ridurci ad avere fede nel Dio rigidamente monoteista dell'Antico Testamento.
Il nostro abbandonarci a Dio deve essere profondamente diverso da quello di Mosè. Questo perché il Dio che Gesù ci presenta, e testimonia, è

don Alberto Brignoli " Dio non è un hashtag"

Immagine

Pane quotidiano"Tutto quello che chiederete nella preghiera, abbiate fede di averlo ottenuto"

Immagine
La Liturgia di Venerdi 29 Maggio 2015  VANGELO (Mc 11,11-25) Commento: Fra. Agustí BOADAS Llavat OFM (Barcelona, Spagna)
[Dopo essere stato acclamato dalla folla, Gesù] entrò a Gerusalemme, nel tempio. E dopo aver guardato ogni cosa attorno, essendo ormai l’ora tarda, uscì con i Dodici verso Betània.

Dal «Commento al libro di Giobbe» di san Gregorio Magno"La testimonianza interiore"

Immagine
(Lib. 10, 47-48; PL 75, 946-947)
    «Chi è deriso dal suo amico, come lo sono io, invocherà Dio ed egli lo esaudirà» (Gb 12, 4 volgata). Spesso la mente inferma, quando per le buone azioni è raggiunta dalla lode e dal plauso umano, si lascia andare alle gioie esteriori, dà poca

PAPA FRANCESCO MEDITAZIONE MATTUTINA DOMUS SANCTAE MARTHAE Di che tipo siamo?

Immagine
Giovedì, 28 maggio 2015
I cristiani da salotto — che siano egoisti, affaristi, mondani o rigoristi — allontanano la gente che cerca Gesù. Ed è da questa tentazione che Francesco ha messo in guardia, celebrando la messa, giovedì 28 maggio, nella cappella della Casa Santa Marta. Invitando ciascuno a «un

Commento a cura di Gigi Avanti "Tutto il mondo fu fatto per mezzo di Lui... ma il mondo non lo riconobbe",

Immagine
 Commento su Matteo 28,16-20
Santissima Trinità (Anno B) (31/05/2015)
Vangelo: Mt 28,16-20 
Quando viviamo un evento o una situazione di vita importante e ci prende voglia di fare dei commenti o addirittura dei bilanci, solitamente ce ne usciamo con espressioni del genere: "E' proprio finita", "ha fatto una brutta fine", "peggio di così non poteva andare", "abbiamo fatto

mons. Roberto Brunelli" Non avete ricevuto uno spirito da schiavi"

Immagine
Santissima Trinità (Anno B) (31/05/2015)
Vangelo: Mt 28,16-20
Voi non avete ricevuto uno spirito da schiavi, ma lo Spirito (Santo) che rende figli adottivi di Dio (Padre) e coeredi di Cristo. Così, riassumendo, ricorda l'apostolo Paolo (Romani 8,14-17). E Gesù: "A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo" (Vangelo secondo Matteo 28,16-20). Sono le ultime

padre Antonio Rungi"In compagnia della SS.Trinità per arrivare all'eternità"

Immagine
Santissima Trinità (Anno B) (31/05/2015)
Vangelo: Mt 28,16-20 
"La fede di tutti i cristiani si fonda sulla Trinità" (San Cesario d'Arles).
Oggi, nella liturgia celebriamo il primo grande mistero della nostra fede: il mistero della Santissima Trinità. Tale mistero è il mistero centrale della fede e della vita cristiana. È il mistero di Dio in se stesso. È quindi la sorgente

p. Fabrizio Cristarella Orestano " Dio è con noi! Monastero di Ruviano

Immagine
Monastero di Ruviano » Anno 2014/15 » Santissima Trinità (B) – Dio è con noi!
« Domenica di Pentecoste (B) – Fare l’unità
Santissima Trinità (B) – Dio è con noi!
  28 maggio 2015 | Anno 2014/15, Mt cap. 28, Omelie Anno B, Vangelo di Matteo
LA NOSTRA UNICA E SOLA PATRIA
Dt 4, 32-34.39-40; Sal 32; Rm 8, 14-17; Mt 28, 16-20
L’Evangelo di Matteo si apre e si chiude allo stesso modo, con un’affermazione, una promessa,

JUAN J. BARTOLOME sdb LECTIO DIVINA: Mt 28,16-20 Ss. Trinità

Immagine
31maggio 2015 | 9a Domenica: - T. di Pasqua B | Lectio Divina
Dopo la sua resurrezione Gesù fu costituito Signore 'del cielo e della terra.' Con autorità, congrega i suoi discepoli, ancora timorosi e increduli, e li manda al mondo con un compito: fare di ogni abitante della terra un suo discepolo, trasformare il mondo in 'scuola di Dio.' Se così faranno, li accompagnerà sempre. La presenza di Dio è, dunque, assicurata a una chiesa che continui a predicare il vangelo e

Padre Ermes Ronchi"Vivere, per Dio e l'uomo, è essere in comunione"

Immagine
 Santissima Trinità Anno B  (Letture: Deuteronomio 4,32-34.39-40; Salmo 32; Romani 8,14-17; Matteo 28,16-20).
In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato. Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono.

Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM"BATTEZZATE TUTTI I POPOLI NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO "

Immagine
SS TRINITA’- 31 maggio 2015 Mt 28,16-20
In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro
indicato.
Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono. Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è
stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli,
battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a

Pane quotidiano«Figlio di Davide, abbi pietà di me!»

Immagine
La Liturgia di Giovedi 28 Maggio VANGELO (Mc 10,46-52): P. Ramón LOYOLA Paternina LC (Barcelona, Spagna)
In quel tempo, mentre Gesù partiva da Gèrico insieme ai suoi discepoli e a molta folla, il figlio di Timèo, Bartimèo, che era cieco, sedeva lungo la strada a mendicare. Sentendo che era Gesù Nazareno, cominciò a gridare e a dire: «Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me!».
Molti lo rimproveravano perché tacesse, ma egli gridava ancora più forte: «Figlio di Davide, abbi pietà di me!».

Dal «Commento al libro di Giobbe» di san Gregorio Magno"Molteplice è la legge di Dio"

Immagine
(Lib. 10, 7-8. 10; PL 75, 922. 925-926)
    Che cosa si deve intendere qui per legge di Dio se non la carità, per mezzo della quale sempre teniamo presente nella nostra mente come si debbano osservare nella pratica i precetti della vita?
    Di questa legge infatti dice la voce della

PAPA FRANCESCO UDIENZA GENERALE La famiglia - 16. Fidanzamento

Immagine
Mercoledì, 27 maggio 2015
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Proseguendo queste catechesi sulla famiglia, oggi vorrei parlare del fidanzamento. Il fidanzamento – lo si sente nella parola – ha a che fare con la fiducia, la confidenza, l’affidabilità. Confidenza con la vocazione che Dio dona, perché il matrimonio è anzitutto la scoperta di una chiamata di Dio. Certamente è una cosa bella che oggi i giovani possano scegliere di sposarsi sulla base di un

Paolo Curtaz " Dio c'è"Santissima Trinità (Anno B)

Immagine
Commenti al Vangelo e alla Liturgia (31/05/2015)
Vangelo: Mt 28,16-20 
Chissà se Dio c'è. E se ha a che fare con me.
Chissà se, alla fine della fiera, la sua presenza potrebbe farci capire cosa siamo e cosa ci stiamo a fare su questa terra. Tutti insieme. Ma anche personalmente, io, me, adesso.
Sono pensieri che, d'ogni tanto, riescono a far breccia nel caos della nostra quotidianità sempre di corsa, sempre inquieta, a volte inutile.

Commento di don Angelo Sceppacerca "A me è stato dato ogni potere in cielo e in terra! "

Immagine
 Commento su Matteo 28,16-20
Santissima Trinità (Anno B) (31/05/2015)
Il Vangelo di Matteo termina con un apostolo in meno. Sono undici, non più dodici, i discepoli convocati sul monte per l'invio missionario sino ai confini della terra. La ferita nel collegio apostolico dice sempre la sproporzione tra la santità del compito

don Luciano Cantini"Una storia traboccante d'amore"

Immagine
Santissima Trinità (Anno B) (31/05/2015)
Brano biblico: Dt 4,32-34.39-40
Interroga pure i tempi antichi
L'umanità vive nella dimensione della storia, e nella storia vive l'esperienza di Dio. Dio parla, agisce, si rivela nella storia degli uomini, per quanto l'uomo lo immagini come Dio del cielo: Il Signore ha posto il suo trono nei cieli e il suo regno domina l'universo (Sal 103,19).
Il popolo d'Israele è passato attraverso

Abbazia Santa Maria di Pulsano Letture patristiche della «SS. Trinità»

Immagine
I Domenica dopo la Pentecoste (s) B
Matteo 28,16-20;  Deuteronomio 4,32-34.39-40;  Salmo 32;  Romani 8,14-17
DISCORSO 384 di sant’Agostino, Vescovo
SULLA TRINITÀ, SIA SUL VECCHIO E NUOVO TESTAMENTO
CONTRO GLI ARIANI.
Chi è Dio.
1. 1. Incessantemente, ogni giorno ci viene letta la santa parola di Dio per la salvezza e il