Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2015

MEDITAZIONE SAN GIROLAMO"Che c'entri con noi?"

Immagine
MEDITAZIONE
"Allora un uomo che era nella sinagoga, posseduto da uno spirito immondo, si mise a gridare:
Che c'entri con noi?". Colui che esclama così è un individuo che si esprime in nome di molte
persone: ciò prova infatti che egli ha coscienza di essere stato vinto, lui e i suoi. "Si mise a

DON CIPRIANI SETTIMO SDB"Insegnava loro come uno che ha autorità."

Immagine
1 febbraio2015 | 4a Domenica - T. Ordinario B | Appunti per la Lectio
* Dt 18,15-20 - Susciterò un profeta e gli porrò in bocca le mie parole.
* Dal Salmo 94 - Fa' che ascoltiamo, Signore, la tua voce.
* 1 Cor 7,32-35 - La vergine si preoccupa delle cose del Signore, per essere santa.
* Canto al Vangelo - Alleluia, alleluia. Un grande profeta è sorto tra noi; Dio ha visitato
    il suo popolo. Alleluia.

don Luca Garbinetto " L'autorità del Santo di Dio"

Immagine
IV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (01/02/2015)
Vangelo: Mc 1,21-28 
L'autorità di Gesù, ‘il Santo di Dio', oggi ci interpella. È l'autorità di chi sta sempre dalla parte di Dio. Perché essere ‘santo' significa essere messo da parte da Dio e per Dio. Dio stesso, dunque, ha messo Gesù dalla sua parte, lo ha preso per sé. Dio è diventato la roccia su cui Gesù ha fondato la propria casa. Dio è la Roccia: Egli quindi è

don Giovanni Berti"Un'autorità che non si impone"

Immagine
IV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (01/02/2015)
Vangelo: Mc 1,21-28
Ieri sera, trovandomi con un gruppo di giovani scout per un momento di riflessione, dopo aver letto questa pagina del Vangelo, ho chiesto loro un po' a bruciapelo: "C'è qualcuno che ha una particolare autorità nella vostra vita? Chi nella vostra vita è un punto di riferimento determinante in quello che dice e in quello che fa..., e perché?"

Pane quotidiano"Insegnava loro come uno che ha autorità."

Immagine
VANGELO (Mc 1,21-28) Commento: Rev. D. Jordi CASTELLET i Sala (Sant Hipòlit de Voltregà, Barcelona, Spagna)
In quel tempo, Gesù, entrato di sabato nella sinagoga, [a Cafàrnao,] insegnava. Ed erano stupiti del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come gli scribi.
Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito impuro e cominciò a gridare, dicendo: «Che vuoi da noi, Gesù Nazareno?

Dalla «Lettera ai cristiani di Smirne» di sant'Ignazio di Antiochia"Cristo ci ha chiamati al suo regno e alla sua gloria"

Immagine
(Intr.; Capp. 1, 1 -4, 1 Funk 1, 235-237)
    Ignazio, detto anche Teoforo, si rivolge alla chiesa di Dio e del diletto Figlio suo Gesù Cristo. A questa chiesa, che si trova a Smirne in Asia, augura di godere ogni bene nella purezza dello spirito e nella parola di Dio: essa ha ottenuto per divina misericordia ogni grazia, è piena di fede e di carità e nessun dono le manca. È degna di Dio e feconda di santità.
    Ringrazio Gesù Cristo Dio che vi ha resi così saggi. Ho visto infatti che siete fondati su una fede incrollabile, come se foste

MONASTERO MATRIS DOMINI LECTIO DIVINA "Insegnava loro come uno che ha autorità."

Immagine
 Domenica del Tempo Ordinario– Anno B
Marco 1,21-28
21Giunsero a Cafàrnao e subito Gesù, entrato di sabato nella sinagoga, insegnava. 22Ed erano
stupiti del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come gli
scribi. 23Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito impuro e cominciò a
gridare, 24dicendo: «Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi tu sei: il

Paolo Curtaz " Demoni e Maestri"

Immagine
IV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (01/02/2015)
Vangelo: Mc 1,21-28
Lasciamo le reti, diventiamo pescatori di umanità, allora.
Facciamolo non nel chiuso delle sacrestie ma presso i confini, sulle spiagge che separano la terra certa

don Roberto Rossi "Tu sei la mia vita"

Immagine
IV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (01/02/2015)
Vangelo: Mc 1,21-28 
Siamo davanti a Gesù, il Signore, lui che insegna e guarisce, come ci dice il vangelo. C'è una domanda forte: "Che c'entri con noi, Gesù di Nazaret?" Abbiamo fatto il Sinodo, abbiamo espresso tutta la nostra fede in Lui, abbiamo fatto la scelta di Cristo Gesù nella vita e nelle varie situazioni di essa. Ma ogni giorno, ogni momento, occorre rinnovare e vivere la scelta e l'amore. "Che c'entri con noi Gesù di Nazaret?" cosa c'entra

D. Mario MORRA SDB "Gesù, Profeta di Dio"

Immagine
1 febbraio 2015 | 4a Domenica - T. Ordinario B | Omelia
La pagina del Vangelo di Marco, che abbiamo ascoltato, è dominata dalla figura gigantesca di Gesù che insegna con autorità, e comanda allo spirito immondo di lasciare libero quel povero uomo posseduto da lui. Gesù si rivela "il Profeta di Dio", quel Profeta promesso da Dio al popolo

don Alberto Brignoli "Gesù di Nazareth, la rovina del nostro orgoglio"

Immagine
IV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (01/02/2015)
Vangelo: Mc 1,21-28
Finché nella vita va tutto bene, il nostro rapporto con Dio fila via liscio: anzi, addirittura fila via nell'oblio, perché non è infrequente che ci dimentichiamo di lui quando viviamo nella serenità e nella salute, nella felicità o nell'abbondanza. Quando poi però le cose si mettono male, oppure ci troviamo nella difficoltà, il pensiero va direttamente verso l'Alto...e nella migliore delle ipotesi, verso l'Alto salgono pure preghiere di richiesta e d'invocazione di aiuto, ma più spesso ci dirigiamo a

Mons. Francesco Follo Lectio Divina "Lo stupore davanti al Profeta"

Immagine
 Domenica del Tempo Ordinario (Anno B), 1° febbraio 2015 PARIGI, 30 Gennaio 2015 
1) La parola dolce, forte, vera del “profeta” Gesù.
Cristo, che è più forte di Giovanni, ha una parola convincente, un insegnamento nuovo che stupisce ed è autorevole    
La Liturgia della Parola di questa domenica presenta in risalto la figura di Gesù come il vero profeta, che parla ed agisce in nome di Dio.

Don Paolo Zamengo SDB "Quando Dio prende la parola "

Immagine
Mc 1, 21-28
Incredulità e stupore scuotono la gente che, di sabato, affolla la sinagoga di Cafarnao. La parola di Gesù suscita meraviglia per la sua forza e autenticità. Le sue affermazioni non sono scontate né ripetitive ma scavano in profondità. Gesù non cavalca il pensiero comune, non addormenta le coscienze ma le risveglia e le orienta. Sanno suscitare una sincera nostalgia di Dio, nel profondo del cuore.
Gesù è come l’acqua di sorgente, mai impura, sempre fresca e

Pane quotidiano"Perché avete paura? Non avete ancora fede?"

Immagine
VANGELO (Mc 4,35-41) Commento: Rev. D. Joaquim FLURIACH i Domínguez (St. Esteve de P., Barcelona, Spagna)
In quel medesimo giorno, venuta la sera, Gesù disse ai suoi discepoli: «Passiamo all’altra riva». E, congedata la folla, lo presero con sé, così com’era, nella barca. C’erano anche altre barche con lui.

Dalle «Lettere» di san Giovanni Bosco"Imitare Gesù e lasciarsi guidare dall'amore

Immagine
(Epistolario, Torino, 1959, 4,202.204-205.209)
    Se vogliamo farci vedere amici del vero bene dei nostri allievi, ed obbligarli a fare il loro dovere, bisogna che voi non dimentichiate mai che rappresentate i genitori di questa cara gioventù, che fu sempre tenero oggetto delle mie occupazioni, dei miei studi, del mio ministero sacerdotale, e della nostra Congregazione salesiana. Se

Papa Francesco: memoria e speranza, i "parametri" del cristiano

Immagine
Un cristiano deve sempre custodire in sé la “memoria” del suo primo incontro con Cristo e la “speranza” in Lui, che lo spinge ad andare avanti nella vita con il “coraggio” della fede. Lo ha affermato Papa Francesco all’omelia della Messa del mattino, presieduta nella cappella di

don Marco Pozza"Il Fulminato di Galilea. A toccarlo, ci si fulmina

Immagine
IV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (01/02/2015)
Vangelo: Mc 1,21-28 
Lo definirono "Il Carismatico", come per dire: "Vedete, ha delle qualità superiori alla media". Nulla di più sbagliato per l'Uomo di Nazareth, dopo trent'anni in cammino alla conquista della storia. L'unico suo carisma fu vivere prima ciò che dopo pronunciò: le sue parole erano abitate dalla sua vita, mica parole secche e accartocciate come quelle di scribi e

mons. Gianfranco Poma"Un insegnamento nuovo e autorevole"

Immagine
IV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (01/02/2015)
Vangelo: Mc 1,21-28 
Con il Vangelo di Marco ci mettiamo in cammino, in compagnia dei primi quattro chiamati da Gesù, per diventare suoi discepoli. Il brano che oggi leggiamo, Mc.1,21-28, è l'inizio: comprendere chi è Gesù e che cosa significhi essere suoi discepoli sarà un percorso lungo tutto il Vangelo, che comporta un continuo rimetterci in discussione. Già da questa pagina appare

Monastero Domenicano Matris Domini Commento su 1Cor 7,32-35

Immagine
IV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (01/02/2015)
Brano biblico: 1Cor 7,32-35
Collocazione del brano
Il brano di oggi segue immediatamente quello di domenica scorsa, dove Paolo invitava a vivere le cose di questo mondo con un certo distacco, non perché non siano importanti, ma perché non si sostituiscano a Dio. Oggi il discorso continua parlando di preoccupazioni. Chi non è

Ileana Mortari "Gesù offre un insegnamento nuovo e scaccia gli spiriti impuri"

Immagine
IV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (01/02/2015)
Vangelo: Mc 1,21-28
Due sono gli aspetti che l'autore mette in risalto nel brano in questione: l'insegnamento di Gesù e il suo dominio sui demoni.
Siamo a Cafarnao (in Galilea), è sabato e anche Gesù, come ogni ebreo, si reca alla sinagoga per la preghiera e la lettura della Legge. Poiché, dopo gli scribi e gli anziani, ogni israelita poteva chiedere la parola e

GIOVANNINI Attilio sdb "Essere profeta. "

Immagine
1 febbraio 2015 | 4a Domenica - T. Ordinario B | Appunti per la Lectio
*Un insegnamento nuovo dato con autorità.
Nell'anno liturgico il libro del Deuteronomio non è solo tra i più letti, ma anche tra i più citati. La "seconda Legge", nella forma letteraria del discorso d'addio del vecchio Mosè, è una raccolta di precetti e norme per il popolo.
La sezione di cui abbiamo letto un passo riguarda l'organizzazione della società sotto l'autorità di giudici, re, sacerdoti, leviti, profeti.

p. Alberto Maggi"INSEGNAVA LORO COME UNO CHE HA AUTORITA’"

Immagine
IV TEMPO ORDINARIO – 1 febbraio 2015
Mc 1-21-28
In quel tempo, Gesù, entrato di sabato nella sinagoga, [a Cafàrnao,] insegnava. Ed erano
stupiti del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non
come gli scribi.
Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo

Don Antonello Iapicca"Solo Gesù ci può guarire dal veleno che il demonio ci ha iniettato"

Immagine
Commento al Vangelo della IV Domenica del Tempo Ordinario - Anno B
TAKAMATSU, 29 Gennaio 2015 (Zenit.org) - Con il brano di questa domenica siamo invitati ad entrare con Gesù in una sua giornata tipo e capire così il cuore della sua missione: strappare gli uomini al regno di satana per ricondurli al Regno di Dio.

Pane quotidiano" il seme germoglia e cresce"

Immagine
VANGELO (Mc 4,26-34) Commento: Rev. D. Jordi PASCUAL i Bancells (Salt, Girona, Spagna)
In quel tempo, Gesù diceva [alla folla]: «Così è il regno di Dio: come un uomo che getta il seme sul terreno; dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce. Come, egli stesso non lo sa. Il terreno produce spontaneamente prima lo stelo, poi la spiga, poi il chicco pieno nella

Dal «Commento sui salmi» di san Giovanni Fisher,"Le meraviglie di Dio"

Immagine
(Sal 101; Op. omnia, ed. 1597, pp. 1588-1589)
    Dapprima Dio liberò il popolo d'Israele dalla schiavitù dell'Egitto compiendo molte cose straordinarie e prodigiose: gli fece attraversare il Mare Rosso all'asciutto. Lo nutrì nel deserto con cibi venuti dal cielo cioè con la manna e le quaglie. Per calmare la sua sete fece scaturire dalla durissima roccia una inesauribile sorgente d'acqua. Lo rese vittorioso su tutti i nemici che lo osteggiavano. A tempo opportuno fece

PAPA FRANCESCO MEDITAZIONE MATTUTINA DOMUS SANCTAE MARTHAE"Salvezza privatizzata"

Immagine
Giovedì, 29 gennaio 2015
Dio ci salva «personalmente», ci salva «con nome e cognome» ma sempre inseriti in un «popolo». Nella messa celebrata a Santa Marta giovedì 29 gennaio, Papa Francesco ha messo in guardia dal rischio di «privatizzare la salvezza»: infatti «ci sono forme, ci sono condotte che sono

D. Gianni Mazzali SDB" COME CI PARLA DIO"

Immagine
1 febbraio 2015 | 4a Domenica - T. Ordinario B  | Omelia
Se ci pensiamo bene spesso oggi ci ritroviamo come in un campo magnetico, attratti da due poli opposti, da forze contrastanti, da messaggi di segno spesso contrario. E' la netta percezione di essere sballottati, spesso anche strumentalizzati e condizionati in un tempo in cui paradossalmente tutti noi rivendichiamo la nostra libertà. La comunicazione è diventata talmente dilagante da essere un'ossessione e in certi momenti

Enzo Bianchi"La giornata di Cafarnao"

Immagine
V domenica del tempo Ordinario, anno B
Mc 1,21-28
Commento al VangeloMONASTERO DI BOSE
21Giunsero a Cafàrnao e subito Gesù, entrato di sabato nella sinagoga, insegnava. 22Ed erano stupiti del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non

don Luciano Cantini "Liberàti alla vita"

Immagine
IV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (01/02/2015)
Vangelo: Mc 1,21-28 
Nella sinagoga
La sinagoga è il luogo dove gli ebrei si riuniscono a pregare, ma anche a studiare, non è un luogo sacro, ma il centro della vita ebraica di una comunità. Oggi, familiarmente, è detta anche tempio, un tempo era chiamata Scola. Sinagoga

MACHETTA Domenico"Dio suscita nel suo popolo un profeta,"

Immagine
1 febbraio 2015 | 4a Domenica - T. Ordinario B | Appunti per la Lectio
4a Domenica - T. Ordinario B 2015
LETTURA: Dt 18,15-20
Dio suscita nel suo popolo un profeta, un uomo che parli in suo nome, un uomo non schiavo degli interessi del mondo, un uomo che sia solo servo della sua parola. È questa la prova per

Padre Ermes Ronchi"Quel Dio che s'immerge nelle nostre ferite"

Immagine
IV Domenica
Tempo ordinario - Anno B
In quel tempo, Gesù, entrato di sabato nella sinagoga, [a Cafàrnao,] insegnava. Ed erano stupiti del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come gli scribi. Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito impuro e cominciò a gridare, dicendo: «Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei

Commento a cura delle Clarisse di Via Vitellia""Salvaci, Signore Dio nostro"

Immagine
IV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (01/02/2015)
Vangelo: Mc 1,21-28 
"Salvaci, Signore Dio nostro": così si apre l'antifona di ingresso di questa domenica, e mi piace sottolinearlo nel dubbio che il canto iniziale la oscuri. Se ci raccogliamo davanti al Signore è perché cerchiamo la salvezza. E a questo nostro grido di aiuto nella liturgia di oggi ci viene

Dai «Sermoni» di Giovanni di Napoli,"Ama il Signore e cammina nelle sue vie"

Immagine
Dai «Sermoni» di Giovanni di Napoli, vescovo
(Disc. 7; PLS 4, 785-786)
    «Il Signore è mia luce e mia salvezza; di chi avrò paura?» (Sal 26, 1). Si dimostra grande questo servo che comprendeva come veniva illuminato, da chi veniva illuminato e chi veniva illuminato. Vedeva la luce: non questa che volge

Pane quotidiano "La lampada viene per essere messa sul candelabro"

Immagine
VANGELO (Mc 4,21-25) Rev. D. Àngel CALDAS i Bosch (Salt, Girona, Spagna)
In quel tempo, Gesù diceva [alla folla]: «Viene forse la lampada per essere messa sotto il moggio o sotto il letto? O non invece per essere messa sul candelabro? Non vi è infatti nulla di segreto che non debba essere manifestato e nulla di nascosto che non debba essere messo in luce.

PAPA FRANCESCO UDIENZA GENERALE"La Famiglia - (3). Padre

Immagine
Aula Paolo VI
Mercoledì, 28 gennaio 2015
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Riprendiamo il cammino di catechesi sulla famiglia. Oggi ci lasciamo guidare dalla parola “padre”. Una parola più di ogni altra cara a noi cristiani, perché è il nome con il quale Gesù ci ha insegnato a chiamare

Umberto DE VANNA sdb"Gesù è il profeta"

Immagine
1 febbraio2015 | 4a Domenica - T. Ordinario B | Omelia
4a Domenica - T. Ordinario 2015
Per cominciare
Gesù è il profeta che il popolo di Israele attendeva sin dai tempi di Mosè. Dall'inizio della vita pubblica, la sua parola colpisce chi lo ascolta: Gesù parla con autorità e trasmette insegnamenti nuovi. Lo fa attraverso le parole, ma anche con la sua vita e i miracoli.
La Parola di Dio

mons. Roberto Brunelli" Insegnava come uno che ha autorità

Immagine
IV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (01/02/2015)
Vangelo: Mc 1,21-28
"Gesù, entrato di sabato nella sinagoga di Cafarnao, insegnava. Ed erano stupiti del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come gli scribi". Così si legge nel vangelo di oggi (Marco 1,21-28).
A Cafarnao: la prima parte della vita pubblica di Gesù si svolse in Galilea, la regione settentrionale della terra d'Israele, dove si trovano località dal nome che i vangeli hanno reso familiare: Cana, dove a un banchetto nuziale tolse

padre Antonio Rungi" Alla scuola dell'unico vero maestro, Gesù Cristo"

Immagine
IV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (01/02/2015)
Vangelo: Mc 1,21-28 
Tutti abbiamo avuto nella nostra vita dei maestri, verso i quali, nella maggior parte dei casi, siamo riconoscenti. Anche i primi discepoli di Gesù ebbero in lui il loro maestro, un maestro che insegnava con autorità, che non vendeva parole, chiacchiere o presentava teorie ed ipotesi degli altri. Egli parlava nel nome di Dio, Egli parlava in nome suo, essendo il Figlio di Dio, ed avendo l'autorità necessaria per poterlo fare,

D. Severino GALLO sdb"Parlateci di Dio!"

Immagine
1 febbraio 2015 | 4a Domenica - T. Ordinario B | Omelia
"Insegnava loro come uno che ha autorità" (Mc 1,21-28)
A Cafarnao, patria d'elezione di Gesù, si è svolto l'inizio del suo ministero, la chiamata degli Apostoli, l'insegnamento e i miracoli fondamentali. Il miracolo della guarigione dell'uomo posseduto da uno spirito immondo, di cui ci parla il Vangelo d'oggi, sottolinea l'autorità

Luca Desserafino sdb"L'uomo ha bisogno di Dio,"

Immagine
1 febbraio 2015 | 4a Domenica - T. Ordinario B | Omelia
4a Domenica del Tempo Ordinario - B
* Dt 18,15-20 - Susciterò un profeta e gli porrò in bocca le mie parole.
* Dal Salmo 94 - Fa' che ascoltiamo, Signore, la tua voce.
* 1 Cor 7,32-35 - La vergine si preoccupa delle cose del Signore, per essere santa.
* Canto al Vangelo - Alleluia, alleluia. Un grande profeta è sorto tra noi; Dio ha visitato
    il suo popolo. Alleluia.

Movimento Apostolico " Un insegnamento nuovo, dato con autorità"

Immagine
IV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (01/02/2015)
Vangelo: Mc 1,21-28
Gesù è sempre parola di Dio, luce di Dio, verità di Dio. opera di Dio. In Lui non vi sono momenti di eclissi spirituale, ammanco nella luce e nella verità, carenza di forza e di potenza nelle opere. Questo constata la folla e lo testimonia.
Noi siamo parola, luce, verità, opera di Dio ad intermittenza, a tempo, a gusto, a desiderio, a stazione. Siamo di giorno e non di notte, in Chiesa e non fuori, di inverno e non di estate, da

Pane quotidiano"Il seminatore semina la Parola"

Immagine
VANGELO (Mc 4,1-20) Commento: Rev. D. Antoni CAROL i Hostench (Sant Cugat del Vallès, Barcelona, Spagna)
In quel tempo, Gesù cominciò di nuovo a insegnare lungo il mare. Si riunì attorno a lui una folla enorme, tanto che egli, salito su una barca, si mise a sedere stando in mare, mentre tutta la folla era a terra lungo la riva.

Dalle «Conferenze» di san Tommaso d'Aquino"Nessun esempio di virtù è assente dalla croce"

Immagine
(Conf. sopra il «Credo in Deum»)
    Fu necessario che il Figlio di Dio soffrisse per noi? Molto, e possiamo parlare di una duplice necessità: come rimedio contro il peccato e come esempio nell'agire.
    Fu anzitutto un rimedio, perché è nella passione di Cristo che troviamo rimedio contro tutti i mali in cui possiamo incorrere per i nostri peccati.
    Ma non minore è l'utilità che ci viene dal suo esempio. La passione di Cristo infatti è sufficiente per orientare tutta la nostra vita.

PAPA FRANCESCO MEDITAZIONE MATTUTINA DOMUS SANCTAE MARTHAE"Il cibo di Gesù"

Immagine
Martedì, 27 gennaio 2015
«Pregare per avere la voglia di seguire la volontà di Dio, per conoscere la volontà di Dio e, una volta conosciuta, per andare avanti con la volontà di Dio»: è il triplice invito ripetuto da

Abbazia Santa Maria di Pulsano Letture patristiche1 della Domenica «della guarigione dell’indemoniato»

Immagine
IV Domenica per l’Anno B
Mc 1,21-28; Dt 18,15-20; Sal 94; 1 Cor 7,32-35
1. Dottrina e autorità di Cristo
"E subito, giunto il sabato, entrato nella sinagoga, si mise a insegnare loro" (Mc 1,21).
Il fatto che egli offra con larghezza i doni della sua medicina e della sua dottrina soprattutto di sabato, mostra che il Signore non è soggetto alla legge, ma sta sopra la legge, egli che è venuto per portare a compimento la legge e non per abrogarla (cf. Mt 5,17).

Abbazia Santa Maria di Pulsano lectio DOMENICA «della guarigione dell’indemoniato»

Immagine
IV Domenica per l’Anno 
Mc 1,21-28; Dt 18,15-20; Sal 94; 1 Cor 7,32-35
Antifona d'Ingresso Sal 105,47
Salvaci, Signore Dio nostro,
e raccoglici da tutti i popoli,
perché proclamiamo il tuo santo nome
e ci gloriamo della tua lode.
Il salmo richiama storicamente la situazione di dispersione e di esilio del popolo d’Israele per

don Giorgio Scatto "La parola di Gesù sconfigge tutte le parole religiose che non hanno la potenza dell'amore "

Immagine
Deut 18,15-20      1 Cor 7,32-35     Mc 1,21-28
Nella seconda lettura di questa domenica si parla di matrimonio e di verginità e pare che Paolo preferisca questa a quello: <<Chi non è sposato si preoccupa delle cose del Signore; chi è sposato invece si preoccupa delle cose del mondo>>. Vorrei dirlo subito: la verginità - se

Ermete TESSORE SDB " Insegnava loro come uno che ha autorità."

Immagine
1 febbraio 2015 | 4a Domenica - T. Ordinario B | Omelia
4a Domenica del Tempo Ordinario - B
* Dt 18,15-20 - Susciterò un profeta e gli porrò in bocca le mie parole.
* Dal Salmo 94 - Fa' che ascoltiamo, Signore, la tua voce.
* 1 Cor 7,32-35 - La vergine si preoccupa delle

JUAN J. BARTOLOME sdb LECTIO DIVINA: Mt 1,21-28

Immagine
1 febbraio 2015 | 4a Domenica - T. Ordinario B | Lectio Divina
Il vangelo ci ha appena presentato oggi un Gesù al quale, ci crediamo, abituati, un Gesù che risponde bene alle nostre idee, un Gesù Maestro che insegna con autorità. L'episodio si situa agli inizi del suo ministero pubblico, a Cafarnao, la città che scelse come dimora. La gente rimaneva stupita della sua

ORDINE DEI CARMELITANI LECTIO" Il primo impatto della Buona Notizia di Gesù sulla gente"

Immagine
LECTIO DIVINA: 4ª DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (B)
Lectio:  Domenica, 1 Febbraio, 2015
Gesù insegna e guarisce la gente
Marco 1,21-28
1. Orazione iniziale
Signore Gesù, invia il tuo Spirito, perché ci aiuti a leggere la Scrittura con lo stesso sguardo, con il quale l'hai letta Tu per i discepoli sulla strada di Emmaus. Con la luce della Parola, scritta nella Bibbia, Tu li aiutasti a scoprire la presenza di Dio