Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2015

Pane Quotidiano"Erode mandò a decapitare Giovanni e i suoi discepoli andarono a informare Gesù. "

Immagine
La Liturgia di Sabato 1 Agosto 2015  VANGELO (Mt 14,1-12)Commento: Rev. D. Joan Pere PULIDO i Gutiérrez (Sant Feliu de Llobregat, Spagna)
In quel tempo al tetrarca Erode giunse notizia della fama di Gesù. Egli disse ai suoi cortigiani: «Costui è Giovanni il Battista. È risorto dai morti e per questo ha il potere di fare prodigi!».
Erode infatti aveva arrestato Giovanni e lo aveva fatto incatenare e gettare in prigione a causa di Erodìade, moglie di suo fratello Filippo. Giovanni infatti gli diceva: «Non ti è lecito tenerla con te!». Erode, benché volesse farlo morire, ebbe paura della folla perché lo

Dalla «Pratica di amare Gesù Cristo» di sant'Alfonso Maria de' Liguori"L'amore di Cristo"

Immagine
(Cap. 1, 1-5)
    Tutta la santità e la perfezione di un'anima consiste nell'amar Gesù Cristo nostro Dio, nostro sommo bene e nostro Salvatore. La carità è quella che unisce e conserva tutte le virtù che rendono l'uomo perfetto.

don Alberto Brignoli " Un'unica opera: credere in Lui.

Immagine
XVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (02/08/2015)
Vangelo: Gv 6,24-35 
Prepariamoci a quattro domeniche d'agosto "infuocate", e non è il clima meteorologico ciò a cui mi riferisco. Non ve lo nascondo: non sarà per nulla facile comprendere questo capitolo 6 del Vangelo di

PICCOLO GREGGE DELL'IMMACOLATA LECTIO DIVINA" Il tuo pane alimenta il mio cuore! "

Immagine
XVIII Domenica del Tempo Ordinario – Anno B
Il tuo pane alimenta il mio cuore!
PRIMA LETTURA (Es 16,2-4.12-15)
Io farò piovere pane dal cielo per voi.
Dal libro dell’Esodo
In quei giorni, nel deserto tutta la comunità degli Israeliti mormorò contro Mosè e contro Aronne. Gli Israeliti dissero loro: «Fossimo morti per mano del Signore nella terra d’Egitto, quando eravamo seduti presso la pentola della carne,

P. Antonio Villarino "Il vero Pane della Vita: oltre le apparenze"

Immagine
Commento a Gv 6, 24-35 (XVIII Domenica T.O., 2 agosto 2015)
Continuiamo a leggere il capitolo sesto di Giovanni, che abbiamo cominciato a leggere domenica scorsa con il segno dei pani abbondanti. In mezzo tra le due letture c’è un testo che non abbiamo letto e che parla di Gesù che sparisce della folla e della gente che lo cerca affannosamente. Quello che leggiamo oggi è precisamente la risposta di Gesù alle

Don Giorgio Scatto"Nutrire la propria esistenza della presenza di Gesù: è lui il pane che ci manca"

Immagine
18° Domenica del Tempo Ordinario (anno B)
Leture: Es 16,2-4.12-15; Ef 4,17.20-24; Gv 6,24-35 MONASTERO MARANGO CAORLE (VE)
1)Quando una cena o un pranzo sono offerti gratuitamente, c’è sempre molta folla seduta ai tavoli. Correre là dove qualcuno offre qualcosa è un impegno da poco, e non comporta normalmente la messa in discussione dei nostri stili di vita e delle nostre scelte fondamentali. Se

DON PAOLO ZAMENGO"Un lago pieno di barche "

Immagine
Gv  6, 24-35 XVIII  Domenica del Tempo Ordinario (Anno B)FRAMMENTO
Il vangelo racconta di una ricerca spasmodica, ostinata. La gente pretende Gesù e lo raggiunge fin sull’altra riva del lago. In breve tempo, quello specchio d’acqua trabocca di barche e si popola di illusioni. Sembra un’America’s cup, in realtà è soltanto fame di miracoli.

don Angelo Sceppacerca"Io-Sono il pane della vita".

Immagine
Commento su Giovanni 6,24-35
XVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (02/08/2015)
Vangelo: Gv 6,24-35 
Giovanni in questo capitolo, spiega il pane, simbolo della vita, dopo quello dell'acqua alla donna samaritana. Certo, l'acqua è necessaria, ma nel pane c'è anche il lavoro, la relazione, la condivisione. Gesù spiega il pane dopo averlo dato a tutti e tutti erano contenti perché avevano mangiato

don Massimo Cautero"IL VERO DIETRO LE COSE."

Immagine
 Commento su Giovanni 6,24-35
XVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (02/08/2015)
Vangelo: Gv 6,24-35  
Un fidanzato, parlando della sua fidanzata spiegava il perché ne era tanto innamorato e diceva: " Adoro il modo come si veste, la sua ricerca dei particolari, il suo modo di parlare, la sua pettinatura, la sua risata. Adoro rimanere ore

MONS. NUNZIO GALANTINO"PANE DAL CIELO CHE DONA LA VITA ETERNA"

Immagine
» XVIII Domenica del Tempo Ordinario, 2 agosto 2015
“Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà fame e chi crede in me non avrà sete, mai!”: fa, o Signore, che possiamo, ogni giorno, avere fame e sete di te.
Al centro del Vangelo delle ultime domeniche, la figura – carica di tenerezza – di Gesù che va incontro alla folla. Nella narrazione odierna la prospettiva muta: è la folla, saziata da Gesù, che si mette nuovamente alla sua ricerca. Prolungando nel tempo la scena, possiamo scorgere, mescolati tra la

don PaoloScquizzato«Datevi da fare non per il cibo che non dura, ma per il cibo che rimane per la vita eterna»

Immagine
OMELIA 18a Domenica Tempo Ordinario. Anno B
La folla scopre che Gesù ‘non è più là’, e comincia a mettersi sulle sue tracce (v. 24).
È in fondo il nostro problema di sempre: pensare che Dio sia là dove immaginiamo noi, e non trovandolo accusarlo di essersi nascosto.
E se fossimo piuttosto noi a non trovarci mai al posto giusto, dato che Dio è sempre e solo laddove si ama? Prima di accusare Dio di essersi nascosto, proviamo a pensare se non siamo noi ad aver disertato l’appuntamento.

Pane Quotidiano«Un profeta non è disprezzato se non nella sua patria e in casa sua»

Immagine
La Liturgia di Venerdi 31 Luglio 2015  VANGELO (Mt 13,54-58) Rev. D. Jordi POU i Sabater (Sant Jordi Desvalls, Girona, Spagna)
In quel tempo Gesù, venuto nella sua patria, insegnava nella loro sinagoga e la gente rimaneva stupita e diceva: «Da dove gli vengono questa sapienza e i prodigi? Non è costui il figlio del falegname? E sua madre, non si chiama Maria? E i suoi fratelli, Giacomo, Giuseppe,

Dagli «Atti» raccolti da Ludovico Consalvo dalla bocca di sant'Ignazio"Provate gli spiriti se sono da Dio"

Immagine
(Cap. 1, 5-9; Acta SS. Iulii, 7, 1868, 647)
    Essendo stato appassionato divoratore di romanzi e d'altri libri fantasiosi sulle imprese mirabolanti di celebri personaggi, quando cominciò a sentirsi in via di guarigione, Ignazio domandò che gliene fossero dati alcuni tanto per ingannare il tempo. Ma nella casa, dove era ricoverato, non si trovò alcun libro di quel

D. Mario MORRA SDB"Procuratevi non il cibo che perisce, ma quello che dura per la vita eterna!"

Immagine
2 agosto 2015 | 18a Domenica - Tempo Ordinario B | Omelia
Gesù ha compiuto il miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci; la folla entusiasta vuole farlo re, ma Egli manda i discepoli a Cafarnao, all'altra parte del lago di Tiberiade, su di un'unica barca e si ritira in disparte. Nella notte li raggiunge camminando sulle acque.

padre Ermes Ronchi" Il Signore vuole diventare il nostro pane"

Immagine
XVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (02/08/2015)
Vangelo: Gv 6,24-35
Un Vangelo di grandi domande. Chiedono a Gesù: Che cosa dobbiamo fare per compiere le opere di Dio? Egli risponde: Questa è l'opera di Dio, credere in colui che egli ha mandato.
Al cuore della fede sta la tenace, dolcissima fiducia che Dio ha il volto di Cristo, il volto di

p. Fabrizio Cristarella Orestano<<…E DI VITA ETERNA>>

Immagine
XVIII Domenica del Tempo Ordinario (B) – Fame di vita
  30 luglio 2015 | Anno 2014/15, Gv cap. 06, Omelie Anno B, Vangelo di Giovanni
 MONASTERO DI RUVIANO
…E DI VITA ETERNA
Es 16, 2-4.12-15; Sal 77; Ef 4, 17.20-24; Gv 6, 24-35 
Che cerchiamo? E’ una domanda che attraversa tutto il Quarto Evangelo, dal capitolo primo,

Paolo Curtaz "Fame di Dio"

Immagine
XVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (02/08/2015)
Vangelo: Gv 6,24-35 
È l'inizio della fine.
Non lo sa Gesù, tenero, ma la moltiplicazione dei pani e dei pesci segna il declino della sua popolarità. Ma anche, come vedremo più avanti, motiverà la decisione, da parte sua, di cambiare strategia pastorale: non si rivolgerà più alle folle ma al gruppo dei discepoli, agli intimi.

PADRE ENZO BIANCHI"Gesù, il pane della vita"

Immagine
2 agosto 2015 
XVIII domenica del tempo Ordinario
Commento al Vangelo 
di ENZO BIANCHI 
MONASTERO DI BOSE
Gv 6,24-35 
L’ordo delle letture bibliche dell’annata liturgica B ha previsto che, giunti nella lettura cursiva di

PARROCCHIA S. MARIA DEGLI ANGELI"Crediamo?"

Immagine
Omelia domenica 02 agosto 2015
XVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO ANNO B 2015 (prefestiva)
Alcuni ani fa, leggevo un commento su questo brano del Vangelo.
L'autore sottolineava come facilmente l'uomo cambia posizione di fronte a Gesù. Domenica scorsa abbiamo meditato il vangelo che riportava il miracolo della moltiplicazione dei pani, tanta gente che ha fatto

Mons. Silvano Piovanelli"Il pane che sazia"

Immagine
2 agosto -  XVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO. «Chi viene a me non avrà fame»
 SPIRITUALITÀ E TEOLOGIA
29/07/2015 di Silvano Piovanelli
Comincia oggi quello che nel  Vangelo di Giovanni  è chiamato il «discorso sul pane di vita». All’inizio noi siamo con la folla in una situazione di mancanza: «Gesù non era più là e nemmeno i suoi discepoli». Le persone che

Pane Quotidiano«Raccolgono i pesci buoni nei canestri e buttano via i cattivi»

Immagine
La Liturgia di Giovedi 30 Luglio 2015  VANGELO (Mt 13,47-53)Rev. D. Ferran JARABO i Carbonell (Agullana, Girona, Spagna) 
In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli:
«Ancora, il regno dei cieli è simile a una rete gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci. Quando è piena, i pescatori la tirano a riva, si mettono a sedere, raccolgono i pesci buoni nei

Dalle «Catechesi» di san Cirillo di Gerusalemme,"La Chiesa, sposa di Cristo"

Immagine
(Catech. 18, 26-29; PG 33, 1047-1050)
    Chiesa «cattolica»: questo è infatti il nome proprio di questa santa madre di tutti noi, la quale è veramente anche la sposa del Signore nostro Gesù Cristo, unigenito Figlio di Dio. Sta scritto infatti: «Cristo ha amato la Chiesa, e ha dato se stesso per lei» (Ef 5, 25), e tutto quel che segue. Essa porta in sé la figura e l'immagine della Gerusalemme di lassù, che è libera e madre di tutti noi (cfr. Gal 4, 26). Essa prima era stata infeconda, ma ora è genitrice di numerosa prole.

Padre Mariano Pellegrini "Pane della vita", ovvero l'Eucaristia.

Immagine
OMELIA XVIII DOMENICA T. ORD. - ANNO B - (Gv 6,24-35)
Io sono il pane della vita
di Padre Mariano Pellegrini
Durante il lungo Esodo attraverso il deserto, verso la Terra promessa, gli Israeliti hanno dovuto affrontare molte difficoltà, e la loro fede fu provata in diverse occasioni. Insieme a queste prove, ci furono diversi interventi provvidenziali di Dio, grazie ai quali essi sopravvissero e

don Luciano Cantini " Il segno"

Immagine
don Luciano Cantini  
XVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (02/08/2015)
Vangelo: Gv 6,24-35 
Voi mi cercate
Come spesso accade, Gesù non risponde alla domanda, piuttosto la supera, andando a scandagliare l'animo dell'uomo così da scoprirne la verità tenuta nascosta o quella che i suoi interlocutori neanche riescono a percepire obnubilati da altre idee o preoccupazioni. La gente ha trovato qualcuno che risolve i problemi basilari dell'uomo sfamando la moltitudine e in abbondanza. Non riesce a leggere il segno nel suo valore

Abbazia Santa Maria di Pulsano Letture patristiche DOMENICA «I DEL DISCORSO EUCARISTICO»

Immagine
XVIII del Tempo per l’Anno B
Gv 6,24-35; Es 16,2-4.12-15; Sal 77; Ef 4,17.20-24
OMELIA 25
Sant’Agostino, Vescovo
Sono disceso per fare la volontà di colui che mi ha mandato.
Cristo è venuto ad insegnarci l'umiltà, facendo non la sua volontà, ma la volontà di colui che lo ha mandato. Accostiamoci a lui, penetriamo in lui, incorporiamoci a lui, in modo da fare non la nostra volontà, ma la volontà di Dio. E così egli non ci caccerà fuori, perché siamo membra sue, perché egli ha voluto essere il nostro capo insegnandoci l'umiltà.

Abbazia Santa Maria di Pulsano Lectio Divina «IL DISCORSO EUCARISTICO»

Immagine
DOMENICA «I DEL DISCORSO EUCARISTICO»
XVIII del Tempo per l’Anno B
Gv 6,24-35; Es 16,2-4.12-15; Sal 77; Ef 4,17.20-24
Antifona d’Ingresso Sal 69,2.6
O Dio, vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto, in mio aiuto.
Sei tu il mio soccorso, la mia salvezza:
Signore, non tardare.
All’inizio della nostra lectio e della Divina Liturgia di questa Domenica questo celebre testo che è posto, come molti sanno, all’inizio dell’officiatura delle sante Ore. L’orante chiede con due

P. Ermanno Rossi O.P."Io sono il pane della vita"

Immagine
XVIII Domenica Ordinaria – Anno B
(Gv 6,24-35)
Per cogliere l’importanza di questo colloquio di Gesù con la folla, nella sinagoga di Cafarnao, occorre ricordare il contesto in cui è avvenuto.
Il giorno precedente, questi uomini - ben cinquemila! - avevano assistito alla moltiplicazione dei 5 pani d'orzo. Il miracolo li aveva mandati in delirio. Avevano trovato, finalmente, il loro leader!
Senza por tempo in mezzo, aveva cercato di prenderlo per farlo re; ma Gesù si era nascosto.

don Giovanni Berti"Perché cerchiamo Gesù?"

Immagine
XVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) 
Vangelo: Gv 6,24-35 
Nel primo film della famosa trilogia di Matrix, il protagonista Neo (interpretato da Keanu Reeves) fin dalle prime battute dalla storia inizia un duro percorso che lo porterà ad un certo punto a comprendere la realtà delle cose, scoprendo che fino ad allora viveva in un mondo di illusioni e di falsità che lo rendevano cieco e prigioniero.

p. Alberto Maggi OSM"CHI VIENE A ME NON AVRA’ FAME E CHI CREDE IN ME NON AVRA’ SETE MAI! "

Immagine
XVIII TEMPO ORDINARIO – 2 agosto 2015
- Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM  Gv 6, 24-35
In quel tempo, quando la folla vide che Gesù non era più là e nemmeno i suoi discepoli, salì
sulle barche e si diresse alla volta di Cafàrnao alla ricerca di Gesù. Lo trovarono di là dal
mare e gli dissero: «Rabbi, quando sei venuto qua?».

CLARISSE SANT'AGATA LECTIO DIVINA "Al di là del mare"

Immagine
18 Domenica TO - B
Antifona d'Ingresso
O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto, in mio aiuto. Sei tu il mio soccorso, la mia salvezza: Signore,
non tardare.
Colletta
Mostraci la tua continua benevolenza, o Padre, e assisti il tuo popolo, che ti riconosce suo pastore e guida;

Pane Quotidiano«Tu ti affanni e ti agiti per molte cose, ma di una cosa sola c’è bisogno»

Immagine
La Liturgia di Mercoledi 29 Luglio 2015  VANGELO (Gv 11,19-27) Rev. D. Antoni CAROL i Hostench  (Sant Cugat del Vallès, Barcelona, Spagna)
In quel tempo, molti Giudei erano venuti da Marta e Maria a consolarle per il fratello. Marta dunque, come udì che veniva Gesù, gli andò incontro; Maria invece stava seduta in casa.
Marta disse a Gesù: «Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto! Ma anche ora so che qualunque cosa tu chiederai a Dio, Dio te la concederà».

Dai «Discorsi» di sant'Agostino"Felici coloro che hanno meritato di ricevere il Signore nella propria casa"

Immagine
(Disc. 103, 1-2. 6; PL 38, 613. 615)
    Le parole di nostro Signore Gesù Cristo ci vogliono ricordare che esiste un unico traguardo al quale tendiamo, quando ci affatichiamo nelle svariate occupazioni di questo mondo. Vi tendiamo mentre siamo pellegrini e non ancora stabili; in cammino e non ancora nella patria; nel desiderio e non ancora nell'appagamento. Ma dobbiamo tendervi senza svogliatezza e senza intermissione, per poter giungere finalmente un giorno alla meta. Marta e Maria erano due sorelle, non solo sul piano della natura, ma anche in quello della religione; tutte e due onoravano

mons. Roberto Brunelli" I miracoli non bastano a chi non vuole credere"

Immagine
XVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (02/08/2015)
Vangelo: Gv 6,24-35
Secondo tempo dell'episodio che compone il sesto capitolo del vangelo di Giovanni. Nei versetti 24-35 si narra come, dopo avere sfamato cinquemila uomini con la moltiplicazione dei pani e dei pesci, Gesù si sposti con gli apostoli in un'altra località sulle rive del lago di Galilea, la cittadina di Cafarnao. La folla li segue, e Gesù ne sa bene il motivo: tutti sperano che egli continui a sfamarli; perciò li invita a guardare oltre il fatto prodigioso, per cercarne il vero significato. "Voi mi cercate perché avete

padre Antonio Rungi"Datevi da fare per il cibo che dura per la vita eterna"

Immagine
XVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (02/08/2015)
Vangelo: Gv 6,24-35 
Domenica scorsa il Vangelo di Giovanni ci ha presentato il racconto del miracolo della moltiplicazione dei pani. Continuando, oggi, in questa domenica XVIII la lettura del sesto capitolo dl quarto vangelo, ci viene presentato il commento alquanto amaro e veritiero che Gesù fa, quando vede venire da lui tanta gente. Egli infatti annota, secondo quanto scrive Giovanni: «In verità, in verità io vi dico: voi mi cercate non perché avete visto dei segni, ma perché avete mangiato di quei

Fra . Massimo Dom."Sono io il pane della vita"

Immagine
XVIII DOMENICA – 2 AGOSTO 2015
Es 16,2-4.12-15; Sal 77;  Ef 4,17.20-24; Gv 6,24-35
O Dio, che affidi al lavoro dell’uomo le immense risorse del creato, fa’ che non manchi mai il pane sulla mensa di ciascuno dei tuoi figli, e risveglia in noi il desiderio della tua parola, perché possiamo saziare la fame di verità che hai posto nel nostro cuore.

Movimento Apostolico"Quale segno tu compi perché vediamo e ti crediamo?"

Immagine
XVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) 
Vangelo: Gv 6,24-35
Il sigillo è appartenenza, proprietà esclusiva, attestazione di garanzia e autenticità, è anche segno di inviolabilità. Questa verità è così manifestata nel Cantico dei Cantici.

Come vorrei che tu fossi mio fratello, allattato al seno di mia madre! Incontrandoti per strada ti potrei baciare senza che altri mi disprezzi. Ti condurrei, ti introdurrei nella casa di mia madre; tu mi inizieresti all'arte dell'amore. Ti farei bere vino aromatico e succo del mio melograno. La sua

fr. Massimo Rossi Il Pane della Vita"

Immagine
Commento su Giovanni 6,24-35
fr. Massimo Rossi  
XVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (02/08/2015)
Vangelo: Gv 6,24-35
Riprendiamo la riflessione sul Vangelo di Giovanni, del pane di vita, iniziata domenica scorsa.
Quando la vita sembra, dico sembra, aver

JUAN J. BARTOLOME sdb LECTIO DIVINA " Cercare Dio"

Immagine
02 agosto 2015 | 18a Domenica - Tempo Ordinario B | Lectio Divina
LECTIO DIVINA: Gv 6,24-35
Dovettero rimanere sorpresi coloro i quali, dopo essere stati sfamati miracolosamente da Gesù, accorrevano di nuovo a lui: si misero alla sua ricerca finché non lo trovarono; e quando lo videro, ricevettero la più inaspettata delle accoglienze; Gesù rinfacciò loro quello che li interessava: non lo volevano per quello che egli aveva fatto bensì per il beneficio che essi

Pane Quotidiano"Come si raccoglie la zizzania e la si brucia nel fuoco, così avverrà alla fine del mondo."

Immagine
 La Liturgia di Martedi 28 Luglio 2015  VANGELO (Mt 13,36-43) Rev. D. Iñaki BALLBÉ i Turu  (Rubí, Barcelona, Spagna)
+ Dal Vangelo secondo Matteo
In quel tempo, Gesù congedò la folla ed entrò in casa; i suoi discepoli gli si avvicinarono per dirgli: «Spiegaci la parabola della zizzania nel campo».

Dalle «Omelie» di san Basilio Magno"Seminate per vostro bene secondo giustizia"

Immagine
(Om. 6 sulla carità 3. 6; PG 266-267. 275)
    Imita la terra, o uomo, produci anche tu i tuoi frutti per non essere inferiore alle cose materiali. La terra produce frutti, però non può goderseli e li produce a tuo beneficio. Tu invece puoi raccogliere a tuo vantaggio tutto ciò che vai producendo. Infatti la ricompensa e il premio delle buone opere vanno a coloro che le hanno compiute. Se hai dato all'affamato, diventa tuo tutto ciò che gli hai donato, anzi ritorna a te accresciuto. Come infatti il frumento, che cade in terra, va a vantaggio di colui che lo ha seminato, così il pane dato all'affamato riporta molti benefici.

padre Ermes Ronchi" Il pane del cielo donato dal Padre"

Immagine
XVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) 
Vangelo: Gv 6,24-35  
Nel Vangelo di dome­nica scorsa Gesù di­stribuiva il pane, og­gi si distribuisce come pane, come un pane che si distrug­ge per dare vita: chi mangia di me non avrà fame, chi cre­de in me non avrà sete, mai!
L'uomo nasce affamato, ed è la sua fortuna. Il bambino ha fame di sua madre che lo nu­tre di

Luca Desserafino sdb"La speranza della vita è il principio e il termine della nostra fede"

Immagine
2 agosto 2015 | 18a Domenica - Tempo Ordinario B | Omelia
La liturgia di questa domenica continua la lettura del capitolo sesto del Vangelo di Giovanni. Siamo nella sinagoga di Cafarnao dove Gesù sta tenendo il suo noto

Padre Tiziano SOFIA sdb"DARWINISMO E CRISTIANESIMO"

Immagine
02 agosto 2015 | 18a Domenica - Anno B  | Omelia 
C'è comunismo e comunismo. Quello russo e quello cristiano.
C'è evoluzionismo darwiniano ed evoluzionismo cristiano.
C'è manna dell'Antico Testamento e MANNA DEL NUOVO TESTAMENTO. C'è l'uomo "vecchio" (arretrato, non evoluto) e l'uomo nuovo. C'è l'uomo

ORDINE DEI CARMELITANI LECTIO DIVINA "Io sono il pane della vita; "

Immagine
Lectio:  Domenica, 2 Agosto, 2015
Io sono il pane della vita; 
chi viene a me non avrà più fame 
1. Orazione iniziale
Signore Gesù, invia il tuo Spirito, perché ci aiuti a leggere la Scrittura con lo stesso sguardo con il quale l’hai letta Tu per i discepoli sulla strada di Emmaus. Con la luce della Parola, scritta nella Bibbia, Tu li aiutasti a scoprire la presenza di Dio negli avvenimenti sconvolgenti della tua condanna e della tua morte. Così, la croce che sembrava essere la fine di ogni speranza, è apparsa loro come sorgente di vita e di risurrezione.

don Marco Pedron" Sono qui per te"

Immagine
XVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) 
Vangelo: Gv 6,24-35
Domenica scorsa abbiamo letto il racconto della moltiplicazione dei pani. Oggi il vangelo ci presenta un brano di Gv, che non racconta l'istituzione dell'eucarestia ma più degli altri ne approfondisce il senso nel capitolo 6, quello che

Carla Sprinzeles " "Voi mi cercate non perché avete visto dei segni, ma perché avete mangiato i pani e vi saziaste."

Immagine
Commento su Es 16,2-4.12-15; Gv 6,24-35
XVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (02/08/2015)
Vangelo: Gv 6,24-35
Oggi vorrei proprio che ci facessimo sinceramente una domanda, perché vedo attorno a me che molte persone sono persuase che per loro, la condizione migliore è la sottomissione, la schiavitù, hanno paura di perdere le sicurezze che hanno ottenuto da questo stato. La schiavitù

padre Gian Franco Scarpitta" Pane e carne mattina, sera e sempre

Immagine
XVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (02/08/2015)
Vangelo: Gv 6,24-35 
"Rimpiangere le cipolle dell'Egitto" è una locuzione in uso anche al giorno d'oggi, che equivale a "stavamo meglio quando stavamo peggio". Essa trae origine dall'episodio narrato dal libro dell'Esodo (Prima Lettura di oggi) che ha un riverbero in Num 11, 3 - 6: il popolo d'Israele, pellegrino e viandante nel deserto, è arcistufo di alimenti frugalissimi e

Pane Quotidiano"Il granello di senape diventa un albero, tanto che gli uccelli del cielo vengono a fare il nido fra i suoi rami. "

Immagine
La Liturgia di Lunedi 27 Luglio 2015   VANGELO (Mt 13,31-35) "Il granello di senape diventa un albero, tanto che gli uccelli del cielo vengono a fare il nido fra i suoi rami.
In quel tempo, Gesù espose alla folla un’altra parabola, dicendo: «Il regno dei cieli è simile a un granello di senape, che un uomo prese e seminò nel suo campo. Esso è il più piccolo di tutti i semi ma, una volta cresciuto, è più grande

Dai «Discorsi» di san Cesario di Arles,"La misericordia divina ed umana"

Immagine
(Disc. 25, 1; CCL 103, 111-112)
    «Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia» (Mt 5, 7); dolcissima è questa parola «misericordia», fratelli carissimi, ma se è già dolce il nome, quanto più la realtà stessa. Sebbene tutti vogliano che nei loro confronti si usi misericordia, non tutti si comportano in modo da meritarla. Mentre tutti vogliono che sia usata misericordia verso di loro, sono pochi quelli che la usano verso gli altri.
    O uomo, con quale coraggio osi chiedere ciò che ti rifiuti di concedere agli altri? Chi desidera di ottenere misericordia in cielo deve concederla su questa terra. Poiché dunque tutti noi, fratelli carissimi, desideriamo che ci sia fatta
misericordia, cerchiamo di rendercela protettrice in questo mondo, perché sia nostra liberatrice nell'altro. C'è infatti in cielo una misericordia, a cui si arriva

PADRE BALDO ALAGNA "PER VOI E PER TUTTI !"

Immagine
PADRE BALDO ALAGNA | 25 luglio, 2015 
Lettura Evangelica: (Giovanni 6,1-15)
 In quel tempo, Gesù passò all’altra riva del mare di Galilea, cioè di Tiberìade, e lo seguiva una grande folla, perché vedeva i segni che compiva sugli infermi. Gesù salì sul monte e là si pose a sedere con i suoi discepoli. Era vicina la Pasqua,